Napolitano firma il decreto: bonus per imprese che assumono giovani e donne

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha firmato il decreto relativo alla manovra finanziaria del Governo Monti: sconto Irap di 10.600 euro per le imprese che assumono giovani under 35 e donne. La supertassa per le auto potenti costerà 20 euro a kw, da 185 kw. Supertassa anche su aerei private e barche. Le aliquote IVA del 10 e 20% saranno incrementate di 2 punti percentuali.

di Simona Vitale 6 Dicembre 2011 15:39

Giorgio Napolitano ha emanato il decreto recante disposizioni urgenti per la crescita, l’equità e il consolidamento dei conti pubblici. Il testo definitivo della manovra prevede uno sconto Irap di 10.600 euro per le imprese che assumono under 35 e donne. Bonus che nelle regioni del sud è elevato a 12.500 euro. Come si legge nel documento: “A decorrere dal periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2012 è ammesso in deduzione un importo pari all’imposta regionale sulle attività produttive relativa alla quota imponibile delle spese per il personale dipendente e assimilato al netto delle deduzioni”.

Per quanto riguarda le pensioni, le donne dipendenti lasceranno il lavoro a 62 anni. Limite innalzato a 63 anni e 6 mesi a partire dal 1 gennaio 2014, a 65 anni a partire dal 1 gennaio 2016 e a 66 anni, come per gli uomini, a partire dal 1 gennaio 2018. Le lavoratrici autonome, invece, andranno in pensione direttamente a 63 anni e 6 mesi già a partire dal 2012, a 64 anni e 6 mesi a partire dal 2014 e a 66 anni a partire dal 1 gennaio 2018. Dal 1 gennaio 2012 l’accesso alla pensione anticipata ad età inferiori ai requisiti anagrafici sarà consentito solo se risulta maturata un’anzianità contributiva di 42 anni e 1 mese per gli uomini e 41 anni e 1 mese per le donne, con riferimento ai soggetti che maturano i requisiti nell’anno 2012. Siffatti requisiti contributivi sono aumentati di un mese per l’anno 2013 e di un ulteriore mese a partire dal 2014.

Si legge poi nel documento: ”A partire dall’anno 2012, l’addizionale erariale della tassa automobilistica è fissata in euro 20 per ogni chilowatt di potenza del veicolo superiore a 185 chilowatt”, così come è in arrivo la supertassa per le barche. Dal 1° maggio 2012 ”le unità da diporto che stazionino in porti marittimi nazionali, navighino o siano ancorate in acque pubbliche, anche se in concessione a privati, sono soggette al pagamento della tassa annuale di stazionamento, calcolata per ogni giorno, o frazione di esso”. Le tariffe partono da 5 euro per i mezzi più piccoli (10-12 metri) e arrivano fino a 703 euro per le unità con scafo di lunghezza superiore a 64 metri.

Ci sarà l‘imposta sugli aerei privati.  Da 1,5 euro per i mezzi fino a 1.000 Kg fino a 7,55 euro per i mezzi oltre 10.000 Kg. Per quanto concerne gli elicotteri, l’imposta dovuta è pari al doppio di quella stabilita per i velivoli di corrispondente peso. Per gli alianti l’imposta è fissata in 450 euro.

Dal 1 ottobre 2012, le aliquote Iva del 10 e 21% saranno incrementate di due punti percentuali. Dal 2014 tali aliquote saranno incrementate di un ulteriore 0,5%.

La tassa dell’1,5% , sui capitali scudati, sarà da pagare in due volte. La prima rata da versarsi entro il 16 febbraio 2012, la seconda entro il 16 febbraio del 2013.

Commenti