Muore per far nascere il suo bambino, addio a Chiara

Chiara Corbella è morta mercoledì scorso, sopraffatta da una malattia che poteva essere sconfitta se avesse rinunciato a mettere al mondo il suo bambino.

di Simona Vitale 17 giugno 2012 12:31

Davvero molto triste ma coraggiosa la storia di Chiara Corbella ed Enrico Petrillo, una coppia come tante. I due, molto credenti, si erano conosciuti a Medjugorie nel 2008 e dopo un po’ si sono sposati. Qualche tempo dopo Chiara rimane incinta di una bambina, Maria. Alla piccola, però,  sin dalle prime ecografie, viene diagnosticata una anencefalia, malformazione congenita grave dove il nascituro appare privo totalmente o parzialmente dell’encefalo).

Chiara ed Enrico decidono di far nascere ugualmente la loro bambina, che però muore a 30 minuti dal parto. Qualche mese dopo Chiara rimane nuovamente incinta di un maschietto che purtroppo ha anch’egli problemi fisici. Il piccolo, infatti, anon ha le gambe e, verso il settimo mese, l’ecografia ha evidenziato delle malformazioni viscerali con assenza degli arti inferiori e incompatibilità con la vita. Il bimbo nasce, ma come per la prima gravidanza di Chiara, muore poco dopo.

Chiara ed Enrico non si arrendono, troppo forte è il desiderio di mettere al mondo un bambino. Chiara rimane incinta di un altro maschietto. Stavolta le cose sembrano procedere senza intoppi per il bambino nel grembo della 28enne, ma, al quinto mese di gravidanza, dopo una grave lesione alla lingua, a Chiara viene diagnosticato un carcinoma. I due genitori però non hanno esitato nel decidere di mettere comunque al mondo il piccolo Francesco, mettendo a repentaglio la stessa vita di Chiara che, solo dopo il parto, avrebbe potuto sottoporsi ad un intervento più invasivo e successivi cicli di chemio e radioterapie.

Francesco è nato sano. Ma Chiara non ce l’ha fatta e mercoledì scorso il suo cuore ha smesso di battere. A celebrare il funerale è stato padre Vito D’Amato, francescano, che era il confessore di Chiara. Era stata lei a chiedere che ci fosse lui, in questa occasione, così come aveva chiesto che nessuno dei suoi familiari e amici portasse fiori. È stata la famiglia, infatti, a comprare un migliaio di piantine e a regalarle a coloro che sono intervenuti al funerale  , per simboleggiare il dono della vita. Quello che Chiara ha regalato al suo bambino.

Muore per far nascere il suo bambino, addio a Chiara

Oltre 1400 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti