Monti lancia il suo appello su Twitter: “Saliamo in politica”

Nella giornata di Natale il dimissionario Premier non ha espresso ringraziamenti per Napolitano, Fini e Schifani. Telefonata d'auguri anche a Berlusconi.

di Simona Vitale 26 Dicembre 2012 11:11

“Insieme abbiamo salvato l’Italia dal disastro. Ora va rinnovata la politica. Lamentarsi non serve, spendersi si. Saliamo in politica”. Queste le parole scritte da Mario Monti su Twitter facendo poi riferimento, in un secondo post, alla sua agenda. “Ho fatto gli auguri di Natale ai protagonisti politici nazionali e in modo particolare al Presidente Napolitano, con grande riconoscenza”.

Così Mario Monti, sul celebre social network, ha fatto il riassunto della sua giornata di ieri. L’ormai ex Premier ha così ribattezzato il suo profilo Twitter la cui creazione era stata annunciata durante la conferenza stampa di fine anno. Nel profilo @SenatoreMonti c’è la foto del presidente del Consiglio, ritratto, non a caso, con le bandiere di Italia e dell’Ue alle spalle. Monti è in posa mentre spiega delle cose ad un gruppo di interlocutori. I follower, per il momento, sono poco più di 16mila. I più “pignoli” avranno anche notato che il tweet del Professore, forse per l’emozione o anche per la fretta di lanciare le sue parole sul social network, contengono un errore grammaticale. Il sì dell’espressione “Lamentarsi non serve, spendersi si”, è infatti privo del necessario accento.

Grammatica a parte, nella giornata di ieri Monti ha sentito il Capo dello Stato Giorgio Napolitano, in quello che è stato il consueto giro di telefonate natalizie ai segretari dei partiti che ne hanno sostenuto la maggioranza di governo. Nei confronti di Napolitano, Monti ha espresso parole di apprezzamento per  “l’alta guida morale e istituzionale” che ha rappresentato nel corso dell’ultimo anno.

Sentiti ringraziamenti anche per i presidenti di Camera e Senato, Fini e Schifani, che Monti ha chiamato in mattinata e a cui ha riconosciuto “l’impulso impresso all’attività parlamentare nell’emergenza nazionale”. Telefonata di auguri anche a Silvio Berlusconi che negli ultimi giorni, nel corso delle sue numerose apparizioni televisive, non aveva certo risparmiato critiche al dimissionario Presidente del Consiglio.

Commenti