L’isola Huangyan appartiene alla Cina, tensioni con le Filippine

Ancora tensioni per la rivendicazione da parte delle Filippine sull'isola Huangyan, che apparterrebbe alla Cina.

di Elena Arrisico 10 Maggio 2012 8:55

Il Chinese Commercial Newspaper – famoso quotidiano delle Filippine in lingua cinese – ha pubblicato un editoriale, intitolato “Il presidente si deve svegliare“, in cui si accenna al fatto che le Filippine devono risolvere i problemi sulla contesa dell’isola Huangyan con la Cina e dedicarsi al proprio sviluppo economico.

Qualche giorno fa, il Manila Standard Today aveva, invece, pubblicato un articolo, in cui si affermava che l’isola Huangyan è, in realtà, della Cina. Il giornalista che ha firmato l’articolo ha poi aggiunto: “Io non ho paura del governo, perché la mia posizione è sostenuta dalla realtà, mi limito ad esporre una realtà chiarissima“.

Nell’articolo si spiega, infatti, che: “L’isola Huangyan appartiene effettivamente alla Cina. La Cina l’ha scoperta e segnata sulla mappa già nel 1279, in epoca Yuan. Da allora i pescatori del continente cinese e di Taiwan vi hanno tenuto delle attività. In paragone, l’antica mappa presentata dal nostro Ministero degli Esteri come prova territoriale è stata stilata solo nel 1820, 541 anni dopo quella cinese. Nel 1946, quando le Filippine hanno dichiarato l’indipendenza dagli USA, qual era il nostro territorio reale? Perché nelle nostre Costituzioni del 1899, 1935, 1943, 1973, 1986 e 1987, l’arcipelago Nansha e l’isola Huangyan non sono compresi nel nostro territorio? Da dove e da chi abbiamo improvvisamente ottenuto queste isole? C’è una realtà non trascurabile: tre trattati internazionali appoggiano la sovranità della Cina su queste isole. Sono rispettivamente il trattato USA-Spagna di Parigi del 1898, il trattato USA-Spagna di Washington del 1900 ed il trattato GB-USA del 1930, che stabiliscono tutti che la linea di demarcazione territoriale delle Filippine si trova a 118° di longitudine est“.

Tags: cina · filippine
Commenti