Legalizzazione matrimoni gay, Cameron: “Chiesa si svegli”

La Scozia si prepara al grande passo, le prime cerimonie dovrebbero avvenire all'inizio del 2015.

di Elena Arrisico 25 Luglio 2012 18:25

La Scozia potrebbe essere il primo paese della Gran Bretagna a legalizzare le nozze gay. Nicola Sturgeon, vice premier, oggi ha reso nota una proposta di legge che consentirà i matrimoni fra persone dello stesso sesso. Le prime cerimonie dovrebbero venir celebrate all’inizio del 2015.

La notizia è arrivata dopo un sondaggio da cui è emerso che il 65 per cento degli 80 mila intervistati dal governo sono favorevoli alla proposta di legge. La Chiesa cattolica, però, ha dichiarato che questo è un “esperimento socialmente pericoloso su vasta scala“.

Immediata la risposta di David Cameron, il primo ministro britannico: “La Chiesa si deve svegliare. Se il matrimonio va bene per me, il matrimonio deve andar bene per tutti e noi faremo una legge in proposito“, ha affermato il primo ministro a un ricevimento di associazioni per la parità dei diritti ai gay.

La Gran Bretagna, nel 2005, ha inaugurato le unioni civili fra coppie dello stesso sesso, cioè coppie che hanno diritti simili a quelle sposate, ma che non sono considerate come veri e propri matrimoni. Il governo britannico aveva promesso di legalizzare le nozze fra omosessuali nel 2015, ma l’opposizione di alcuni membri del Partito Conservatore non l’ha reso possibile. Il governo scozzese, invece – il National Party è al potere – ha competenze separate rispetto a quello londinese.

Commenti