Lega Nord, nasce il sito web per denunciare gli immigrati

L'eurodeputato Mario Borghezio ha annunciato che la Lega Nord voglia aprire un sito web per raccogliere le denunce contro gli immigrati. "La maggioranza silenziosa di coloro a cui finora non è stato possibile aver troverà finalmente uno spazio per esprimersi" ha dichiarato il leghista.

di Simona Vitale 15 febbraio 2012 12:35

Evidentemente la Lega Nord ha deciso di ispirarsi al modello olandese, in particolar modo al Pvv olandese guidato dallo xenofobo Gert Wilders, che sembrerebbe aver raccolto più di 30 mila adesioni ma è stato duramente condannato dal Presidente del Parlamento Europeo, Martin Shultz. Pare infatti che il Carroccio abbia deciso di aprire un sito web per raccogliere le denunce contro gli immigrati. L’unica differenza rispetto al Pvv olandese starebbe dunque nell’oggetto: persone dell’Europa dell’Est per Wilders, extracomunitari per la Lega. Quest’ultima iniziativa è stata annunciata dall’eurodeputato Mario Borghezio, in collaborazione con i Volontari Verdi e il consigliere comunale di Milano Max Bastoni. L’annuncio arriva poco tempo dopo le dichiarazioni del cardinale Bagnasco, che ha parlato di immigrati come di una presenza notevole da cui imparare.

Secondo Borghezio l’obiettivo sarà quello di “segnalare fatti e comportamenti di rilievo inerenti gli immigrati extracomunitari. Ci attendiamo da questa iniziativa un mare di segnalazioni provenienti da città, paesi, frazioni e quartieri del nostro territorio in cui è maggiore e più pericolosa la presenza di un’immigrazione irregolare o clandestina. La maggioranza silenziosa di coloro a cui finora non è stato possibile aver voce per denunciare i fatti, i comportamenti e i guasti sociali ed economici, in una parola il volto negativo di certa immigrazione, troverà finalmente uno spazio per esprimersi e, perché no, potersi sfogare senza l’occhiuto controllo della censura che si abbatte inesorabilmente sulle opinioni sgradite alla cultura dominante. Sarà comunque garantito l’anonimato e chiunque potrà dire la propria opinione sull’argomento, uno spazio di libertà aperto alla collaborazione di tutti, uomini e donne delle forze dell’ordine ovviamente compresi, ai quali garantiremo l’anonimato”.

Non mancano le reazioni in Italia all’iniziativa della Lega, con il PD che parla di ”sito xenofobo” per mezzo di Enrico Farinone, vicepresidente della Commissione affari europei. Sandro Gozi  invita al ”boicottaggio” del sito della Lega, mentre il capogruppo Niccolo’ Rinaldi dell’Idv europeo denuncia che la ”la Lega prende le peggiori pratiche europee e le importa ora in Italia” e parla di ”bufala bufala mediatica e acchiappa-voti” a danno dei cittadini che ”penseranno di poter davvero contare nella politica d’immigrazione del Paese”.

6 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti