Le argille svelano l’inospitalità di Marte per la vita

Lo studio è stato effettuato mettendo a paragone le argille del pianeta rosso con quelle terrestri.

di Elena Arrisico 11 Settembre 2012 12:44

Secondo un recente studio svolto da un gruppo di ricercatori francesi dell’Università di Poitiers, Marte non è mai stato il luogo adatto allo sviluppo della vita. Pare, infatti, che mentre sul pianeta Terra facevano capolino le prime forme di vita, Marte non avesse le condizioni adatte ad ospitare forme di vita.

Lo studio è stato effettuato sulla composizione chimica delle argille del pianeta rosso, che sono state prese in analisi dalla sonda della NASA MRO (Mars Reconnaissance Orbiter). Gli scienziati hanno messo a confronto le caratteristiche dei minerali presenti nelle argille di origine vulcanica dell’atollo di Mururoa – nella Polinesia francese – con quelle marziane.

Dal confronto, è subito emersa una somiglianza che fa pensare a come le argille marziane possano essersi formate a partire da colate di lava ricche di acqua e non dall’erosione di rocce superficiali provocate da acqua liquida, come si era pensato finora. Vi sono altre prove che sostengono l’ipotesi dell’origine magmatica e provengono dall’associazione delle argille di Marte con le colate laviche presenti sul pianeta rosso e dalla composizione chimica dei minerali delle argille nei meteoriti di Marte rinvenuti sulla Terra.

Brian Hynek – scienziato del dipartimento di Geologia dell’Università del Colorado – ha dichiarato, quindi, che: “Al tempo in cui la vita prendeva piede sulla Terra, il giovane Marte non era poi così abitabile come ipotizzato finora“.

Commenti