L’assurda fuga di tre uomini dal carcere di Varese

Numerosi i posti di blocco allestiti dalla Polizia, anche verso la Svizzera. Non si esclude una possibile fuga verso l'estero.

di Simona Vitale 21 Febbraio 2013 17:10

Angelo Urso, segretario nazionale Ulilpa penitenziari, ha riferito che nel corso della notte tre detenuti di origine romena sono riusciti ad evadere dal carcere dei Miogni a Varese. L’evasione ha davvero un retrogusto cinematografico, dal momento che i detenuti sono fuggiti segando le sbarre della loro cella, sebbene le modalità siano ancora in fase di accertamento. I fuggiaschi sono: Mikea Victor Sorin, classe 1983 e detenuto per sfruttamento della prostituzione, Marius Georgie Bunoro, classe 1989, in attesa di giudizio per furto aggravato, e Parpalia Daniel classe 1984, in attesa di giudizio per furto aggravato.

Secondo quanto emerge dalle prime ricostruzioni fatte dagli uomini della Squadra Mobile di Varese i 3 evasi, che dormivano nella stessa cella, avrebbero segato le sbarre della finestra della cella e si sarebbero poi calati dal muro di cinta con le lenzuola legate. Davvero come in un film. Dell’evasione si sono accorti gli agenti della polizia penitenziaria, che nel cuore della notte si sono accorti che i 3 non erano a dormire nella loro cella. Numerosi i posti di blocco che nel frattempo sono stati allestiti anche nelle strade al confine con la Svizzera, poiché non si esclude un possibile tentativo di fuga all’estero.

Commenti