La campagna anti-stupro diventata virale su YouTube (VIDEO)

Nata per iniziativa della studentessa americana Samantha Stendhal, il filmato ha già raccolto più di 1,4 milioni di visualizzazioni.

di Simona Vitale 27 marzo 2013 15:49

Ha già raccolto oltre 1,4 milioni di visualizzazioni il video pubblicato su YouTube e divenuto simbolo di una vera e propria campagna antistupro. Nel filmato vediamo un ragazzo che dice: “Indovinate cosa sto per farle”. Sullo sfondo una ragazza addormentata sul divano. Influenzati dai tanti casi di cronaca che spesso vedono soprattutto ragazzine in stato di incoscienza abusate sessualmente da estranei o addirittura “amici“, potremmo pensare che anche nel video sopracitato il finale sia il medesimo.

Invece il giovane si avvicina alla ragazza, la copre, le mette un cuscino sotto la testa e le lascia un bicchiere d’acqua per quando si sveglierà. Il ragazzo si avvicina poi alla telecamera e dice: “I veri uomini trattano le donne con rispetto”. Il video nasce per iniziativa di Samantha Stendal, studentessa dell’Università dell’Oregon, che ha  voluto dare “una risposta positiva” in seguito al caso di una ragazza di 16 anni che, ubriaca, è stata violentata da due ragazzi della squadra di football.

La campagna anti-stupro diventata virale su YouTube (VIDEO)

Samantha ritiene che i media sarebbero stati fin troppo indulgenti nei confronti dei due ragazzi, instillando nell’opinione pubblica la convinzione che la 16enne se la “fosse cercata”. Da qui l’idea di realizzare questa campagna con la collaborazione di un suo amico.

Samantha, nel corso di un’intervista, ha raccontato: “Abbiamo bisogno di trattarci a vicenda come esseri umani.Il mio video è una risposta diretta allo stupro di quella ragazza di Steubenville. È impressionante che ci siano persone che pensino che le ragazze si meritino una violenza se si sono ubriacate. Anche se il mio video parla di un ragazzo e una ragazza, tutti dovremmo trattarci con rispetto, indipendentemente dal genere”.

Oltre 200 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti