Il caffè più pregiato si ottiene maltrattando gli animali

Fervono le proteste dei gruppi di animalisti che si scagliano contro le terribili condizioni patite dagli zibetti per consentire la produzione di Kopi Luwak.

di Simona Vitale 20 Novembre 2012 17:03

Il caffè più costoso del mondo deriva dai semi parzialmente digeriti dallo zibetto asiatico; dunque, dalle feci di questi simpatici animaletti molto simili ai gatti. I bevitori di caffè che, però, si ergono ad intenditori, dovrebbero sentirsi più schizzinosi riguardo all’orribile processo di produzione dal quale deriva il caffè più buono al mondo. Questo, almeno, secondo quanto sostenuto dai gruppi più ferventi di animalisti.

Il Kopi Luwak, o caffè zibetto, viene creato principalmente in Indonesia da chicchi di bacche di caffè che sono dati in pasto agli zibetti, piccoli animali che si trovano nel sud-est asiatico. Il marchio ha conosciuto solo recentemente un grosso aumento di popolarità, alimentata in parte da una scena memorabile nel film del 2007  Non è mai troppo tardi con Jack Nicholson, spingendo il suo prezzo all’esportazione fino a 230 dollari (£ 145) per una libbra.

Kopi Luwak è diffuso dall’Indonesia agli Stati Uniti e in Europa, con un outlet che aprirà a Londra e che ha annunciato che il caffè in questione sarà venduto a circa 70 sterline per tazza. Tuttavia il deciso aumento dei prezzi non nasconde la triste realtà della produzione del caffè, che si è trasformata da una piccola industria per gli indonesiani rurali a coltivazione intensiva.

The Guardian ha visitato un negozio di caffè a Medan, sull’isola indonesiana di Sumatra, dove uno zibetto femmina viene tenuto in una gabbia angusta sul retro dei locali. I suoi due figli sono stati separati da lei e messi in una gabbia simile ancora più piccola, con altre 20 gabbie nascoste alla vista sul tetto del negozio. Gruppi animalisti sostengono che un numero crescente di tali fattorie di zibetti stanno emergendo in tutto il Sud-est asiatico, con decine di migliaia di animali confinati a vivere in gabbie minuscole, alimentati forzatamente solo con i chicchi di caffè e una dieta debilitante. Lo zibetto delle palme è animale alquanto comune, ma gli ambientalisti sostengono che le specie affini, a volte utilizzate, sono a rischio di estinzione. Il binturong, talvolta usato per la produzione di Kopi Luwak, è classificato dall’Unione Internazionale per la Conservazione della lista rossa della Natura come “vulnerabile”.

Gli animali vengono alimentati quasi esclusivamente con bacche di caffè, che poi dovranno espellere. Gli enzimi che sono presenti nel loro stomaco producono una sorta di fagiolo che viene lavato e tostato per creare un caffè che è stato lodato per il suo gusto.

Le condizioni sono terribili, proprio come polli in gabbia”, ha detto Chris Shepherd, vice direttore regionale dell’ONG nel sud-est asiatico. “Gli zibetti sono prelevati dall’ambiente naturale e devono sopportare condizioni orribili. Lottano per stare insieme, ma sono separati e devono sopportare una dieta molto povera in gabbie molto piccole.”

Commenti