In Sudafrica un uomo si risveglia all'obitorio

di Romina Caruso 26 Luglio 2011 10:46

Uomo di cinquanta anni di  Libode, nella provincia sudafricana di Eastern Cape, è stato ritrovato dagli addetti all’obitorio vivo. I parenti, il giorno precedente, lo avevano creduto morto in seguito ad un attaco di asma e avevano chiamato un becchino che lo aveva trasportato nell’obitorio . Sizwe Kupelo, portavoce del Dipartimento della Salute, ha raccontato che l’uomo si è svegliato domenica pomeriggio, e trovandosi nella cella frigorifera da ben 21 ore, ha iniziato a gridare  “fatemi uscire da qui”. Gli addetti, credendo che fosse un fantasma, sono fuggiti in preda al terrore.  Ayanda Maqolo, la proprietaria dell’obitorio, ha dichiarato che dopo le grida ha chiamato subito la polizia.  Quando la polizia è arrivata, i dipendenti dell’obitorio hanno soccorso il presunto cadavere,  il quale era un pò disidratato. L’uomo sarà per qualche giorno sotto osservazione. In Sudafrica è una prassi ricorrente quella di portare defunti direttamente all’obitorio, senza aspettare che un medico certifichi prima lo stato di morte.

Commenti