Impicca il cane perché lo disturbava abbaiando

La triste vicenda è accaduta a Cagliari, nel quartiere Mulinu Becciu, e si è conclusa con un lieto fine.

di Stefania Calabrese 18 Novembre 2012 0:22

Picchiato, appeso ad un albero con un cappio al collo e preso a sassate, è la crudele disavventura capitata a Cagliari ad un cagnolino, un meticcio di piccola taglia, salvato fortunatamente dalla Polizia prima che fosse troppo tardi.

Ad aggredire la bestiola, un pregiudicato cagliaritano di 39 anni, nel quartiere di Mulinu Becciu. L’uomo aveva già colpito più volte l’animale con dei sassi quando è sopraggiunta la Polizia, allertata da numerose telefonate da parte dei vicini, e stava tentando di nascondere il cane fra i rami dell’albero cui l’aveva impiccato con una corda. Alla vista degli agenti ha dapprima cercato di liberarlo, poi si è dato alla fuga, ma è stato fermato e accusato di maltrattamento di animali.

Alla domanda dei poliziotti sul perché avesse agito in quel modo, il pregiudicato ha risposto che il cane lo aveva disturbato perché abbaiava troppo.

Il cagnolino, ferito e privo di sensi, è stato affidato alle cure di un veterinario. I soccorritori hanno trovato anche un microchip che consentirà l’identificazione dei proprietari.

Commenti