Il settimanale tedesco Der Spiegel: “Schettino italiano? Normale”

Il giornale di Amburgo è che certe tragedie possono capitare solo quando al comando ci sono persone del nostro paese. Per Der Spiegel anche la moneta unica è stata un errore.

di Gianni Monaco 25 Gennaio 2012 10:14

Il naufragio della nave Costa Concordia? Non poteva che causarlo un comandante italiano. Mica un tedesco o un inglese. A sostenerlo è il settimanale Der Spiegel, in un editoriale di Jan Fleischhauer.

“Mano sul cuore: qualcuno si è forse meravigliato del fatto che il capitano della Costa Concordia fosse italiano? Ci si può immaginare che a compiere una simile manovra, inclusa la fuga successiva, potesse essere un tedesco oppure, diciamo anche, un capitano di marina britannico?”. L’attacco del giornale di Amburgo è durissimo nei confronti del nostro paese, ma non riguarda il solo abissamento della Concordia. Secondo Der Spiegel gli Italiani sono persone da evitare. “Francesco Schettino è quel tipo d’uomo lo conosciamo dalle vacanze in spiaggia: in principio innocuo, solo è meglio non farlo avvicinare troppo ai macchinari pesanti”.

Il giornale tedesco ritiene che il problema dell’Unione Europa sia proprio la presenza di paesi come il nostro. Fleischhauer ritiene un grosso errore quello di avere messo insieme culture economiche molte diverse come quella italiana, ma anche quella greca, con quella della Germania: “Basta andare in visita a Napoli o nel Peloponneso, non c’è bisogno di avere studiato economia per capire che questa moneta unica non può funzionare“.

Commenti