Elisabetta Ballarin, da Bestia di Satana alla borsa di studio

La giovane, condannata a 22 anni di carcere per il concorso nell'omicidio di Mariangela Pezzotta, dovrà scontare altri 9 anni dietro le sbarre.

di Simona Vitale 29 Gennaio 2013 13:03

Ricorderemo tutti le Bestie di Satana, il gruppo di assassini della provincia di Varese che si resero responsabili di un’induzione al suicidio e di diversi omicidi di matrice satanista. Tante sono state le pagine di cronaca nera riempite dai loro efferati delitti. Tra le Bestie vi era anche Elisabetta Ballarin, condannata a 22 anni per il concorso nell’omicidio di Mariangela Pezzotta.

Ebbene, proprio lei ha ricevuto in premio una borsa di studio dal comune di Brescia nell’ambito del Progetto ‘Brescia città universitaria’.

Elisabetta deve ancora scontare 9 anni di carcere, ma si è laureata a pieni voti nello scorso settembre all’Accademia Santa Giulia di Brescia con una tesi dal titolo “Educare all’arte”. Ora, che sta frequentando il biennio di specializzazione, ha vinto, insieme a due compagni di corso, una borsa di studio da 6000 euro per aver elaborato un progetto in grado di avvicinare gli studenti ai musei.

Tags: omicidi · varese
Commenti