Dolomiti, trovate 200 granate della Prima Guerra Mondiale

Immediato l'intervento della Guardia di Finanza, che ha isolato e messo in sicurezza l'intera area contaminata.

di Elena Arrisico 3 Settembre 2012 11:57

Durante il processo di scioglimento di una parte dei ghiacciai delle Dolomiti, la Guardia di Finanza si è trovata davanti ad un ritrovamento risalente alla Prima Guerra Mondiale: circa 200 granate del calibro 85/100 mm, da 7 e 10 chilogrammi l’una.

La pattuglia della stazione del soccorso alpino della GDF di Tione del Trento ha fatto la scoperta in una posizione nascosta, che si trova ad una quota di circa 3200 metri, sulla Presanella, sotto alla Cima Ago di Nardis. A comunicarlo è stato il Comando provinciale di Trento, tramite una nota.

L’area in questione è vasta alcune centinaia di metri quadrati, dove sono stati trovati disseminati gli ordigni bellici, risalenti al primo conflitto mondiale. L’intera area è stata messa in sicurezza dal Commissariato di Governo per la Provincia Autonoma di Trento, che è stata avvisata dalla Guardia di Finanza.

Dopo il ritrovamento sulla vetta del Monte Nardis, i reperti bellici sono stati sottoposti a rilievi fotografici dalla componente specialistica d’alta montagna della Guardia di Finanza.

Commenti