Bimbo muore in strada, 13enne ruba iPhone sul luogo dell’incidente

A pagare le conseguenze il padre del ragazzino, che ha patteggiato 3 mesi per ricettazione. Per il giovane ladruncolo predisposto un intervento rieducativo.

di Simona Vitale 1 Ottobre 2012 19:41

Vicenda davvero agghiacciante quella accaduta a Torino, dove un ragazzino di 13 anni ha rubato un iPhone sul luogo di un terribile incidente stradale nel quale ha perso la vita un bambino di soli 7 anni che, al momento del furto, giaceva morente in strada. A pagare maggiormente le conseguenze di questa storia è stato il padre del 13enne che ha patteggiato 3 mesi per ricettazione, mentre la Procura dei minori ha predisposto per il ragazzino un intervento rieducativo.

Calogero Sgrò, ha perso il cellulare in strada il 7 dicembre 2011, mentre stava attraversando sulle strisce pedonali insieme alla moglie e al figlioletto di 7 anni. Un auto pirata, con due tossicodipendenti a bordo li ha investiti, provocando la morte del bambino. I due conducenti furono condannati a 11 anni di reclusione, ma le indagini proseguirono grazie alla segnalazione di un’ insegnante che aveva sentito alcuni studenti parlare dello sconcertante episodio.

La polizia municipale di Torino, coordinata dal Pubblico Ministero Gabriella Viglione, accertò così che alcuni minuti dopo l’incidente un gruppetto di ragazzi tra i 13 e i 14 anni aveva portato via il costoso cellulare dalla scena dell’incidente. Uno di loro, invece che essere rimproverato dal padre, fu solo invitato da questi a gettare la scheda SIM all’interno dell’iPhone in modo da poterlo riutilizzare.

Commenti