Da Beati a Santi: pronti alla canonizzazione ufficiale

La Chiesa si prepara ad accogliere sette nuovi Santi.

di Maria Barison 4 Maggio 2021 1:07

Ognuna di queste persone ha vissuto dedicando la propria vita ai poveri, alla diffusione della parola del Vangelo, con atti di esercizio della carità. Non esenti da sofferenze che per alcuni sono state anche causa di morte. Ecco i 7 Beati che si preparano a diventare Santi.

Charles De Foucauld

È sicuramente il caso più attenzionato tra tutti. È stato un sacerdote francese che si definiva “povero tra poveri” ed è arrivato a portare la parola di Dio fino al cuore del Sahara. Si è battezzato poi fratel Carlo di Gesù dopo aver preso i voti. Ha avuto una carriera militare prima che l’ha portato poi in Marocco dove durante una pericolosa esplorazione ha cominciato a domandarsi se Dio esistesse e di fare in modo di palesarsi. Rientrato in Francia decide di farsi istruire da un prete che poi lo manda in pellegrinaggio in Terra Santa ed è lì che arriva la sua vocazione. Ordinato prete all’età di 41 anni si reca di nuovo nelle zone del Sahara dove decidere di essere il “fratello universale” e meditare sempre sulla parola di Dio. Muore in un agguato di predoni a 58 anni. È stato beatificato da Benedetto XVI nel 2005 ed ora diventerà Santo.

Maria Domenica Mantovani

Fondatrice dell’istituto “Piccole Suore della Sacra Famiglia” insieme al beato Giuseppe Nascimbeni, che è stato anche sua guida spirituale. Figura determinante per lo sviluppo del carisma e della spiritualità, ha consacrato l’intera vita al servizio degli ultimi. Giovanni Paolo II la dichiarò beata nel 2003.

Giustino Maria Russolillo

Sacerdote di Pianura (NA) ha dedicato la sua vita alle vocazioni fondando una società per sacerdoti. Attività che poi ha esteso all’aiuto per sacerdoti e religiosi in difficoltà ed all’aiuto nel formare famiglie cristiane ai giovani. Ma la sua “casa della santità” è stata oggetto di molte incomprensioni e sofferenze, offerte sempre alla Vergine Maria. Beatificato da Benedetto XVI nel 2011.

Luigi Maria Palazzolo

Sacerdote bergamasco che ha fondato le Congregazioni di Suore poverelle e Fratelli della Santa Famiglia, dedite all’aiuto di bambine povere e/o orfane. La sua formazione educativa e religiosa è stata molto efficace tanto da spingere una 40ina di giovani dell’Oratorio a prendere i voti. Sì è spento provato da molte sofferenze all’età di 58 anni. Beatificato da Giovanni XXIII nel 1963.

César De Bus

Dichiarato Beato da Paolo VI nel 1975, ha dedicato la sua vita alla Dottrina Cristiana fondando una congregazione. Le sue catechesi erano semplice ed il suo stile di vicinanza e fratellanza al popolo unici.

Lazzaro

È stato il primo laico indiano a diventare Beato. La sua conversione però gli è costata poi la vita. Dopo essersi battezzato all’età di 33 anni venne arrestato con l’accusa di abiura all’induismo e venne umiliato e torturato dagli ufficiali, fino all’ordine di uccisione. Benedetto XVI l’ha beatificato nel 2011.

Maria Francesca Di Gesù

Nata in Piemonte si è impegnata prima all’assistenza dei poveri, poi ai malati. Ha lavorato anche nell’Oratorio Don Bosco. A Loano fondò l’istituto delle Suore Terziarie Cappuccine per poi partire verso l’America Latina, dedicandosi ineluttabilmente alla cura dei poveri. Ha attraversato l’Oceano ben 7 volte per portare le sue suore a Montevideo dove morì nel 1904 in Uruguay e poi in altri Paesi come Argentina e Brasile. Beatificata da Giovanni Paolo II nel 1993.

FONTE

Commenti