Come risparmiare sull’acquisto di componenti e accessori per la propria auto

Ecco alcuni interessanti consigli riguardanti la sostituzione degli accessori della propria auto.

di Maria Barison 7 Maggio 2021 10:57

Sostituire della parti dell’auto col passare degli anni diventa quasi inevitabile. Accessori e plastiche tendono a usurarsi e solo in rari casi è possibile optare per la riparazione. Si tratta di circostanze che purtroppo bisogna affrontare tempestivamente – perché guidare in sicurezza è fondamentale – e che comportano un dispendio di denaro che spesso raggiunge cifre molto elevate, e che può quindi causare uno sforamento del proprio budget. Certo cambiare un accessorio per motivi estetici è una cosa, mentre sostituire un parafango comporta un diverso tipo d’impegno economico, ma il punto fondamentale è spendere il meno possibile.
Con l’esplosione del commercio elettronico oggi si ha la possibilità di risparmiare sfruttando tutte le risorse della rete. Trovare parti e accessori anche per quei veicoli non più in produzione, come ad esempio dei tappetini alfa 159 di qualità e personalizzati, è ormai un gioco da ragazzi alla portata anche delle persone che non hanno particolare dimestichezza con l’uso di un motore di ricerca.
Ecco alcuni consigli per alleggerire il peso dei lavori di manutenzione sul proprio portafogli. 

Scegliere la marca

Anche in questo ambito esistono brand che hanno un certo tipo di fama e di seguito, costruito spesso negli anni, grazie anche a standard qualitativi più elevati. Questo comporta però che i prezzi degli articoli di queste marche siano decisamente più elevati di quelli della concorrenza. Non sempre a un costo maggiore corrispondono caratteristiche differenti, o quando meno, la differenza tra i due range di prezzo non è sempre totalmente giustificata. Per questo motivo fare delle ricerche sui dati tecnici, tenendo in considerazione le recensioni di chi ha già avuto modo di acquistare un determinato prodotto, può essere d’aiuto a fare una scrematura e a evitare di spendere più del necessario. In un mondo dove le informazioni sono sempre alla portata di click, basta mettersi davanti a un PC per riuscire a fare degli acquisti con la giusta consapevolezza.

Venditore tradizionale o online?

Una volta inquadrato il pezzo da comprare, si potrà agire recandosi presso il negozio fisico di fiducia o optare per uno dei tanti e-commerce presenti in rete. Ciascuna delle due opzioni presenta dei pro e dei contro e la scelta di una delle due dipende spesso dalla dimestichezza che si ha con i terminali e i sistemi di pagamento virtuali. Se un negozio fisico garantisce un rapporto diretto con il venditore, con la possibilità di avere subito in mano la merce di cui abbiamo bisogno, a livello di prezzi, spesso il commercio tradizionale, in considerazione di costi di gestione più elevati, non riesce a garantire la convenienza degli store presenti in rete. Inoltre, o si decide di andare in giro per tutti i negozi per avere un’idea dei prezzi applicati in una determinata zona, o ci si deve affidare al proprio rivenditore di fiducia, col rischio di dovere pagare cifre superiori. Da questo punto di vista il commercio virtuale permette di avere una panoramica ampia e precisa dei prezzi non solo a livello locale, ma potenzialmente di tutto il mondo, e dal punto di vista del risparmio, anche al netto delle spese di consegna, spesso non c’è proprio gara. Resta da superare lo scoglio relativo all’affidabilità del venditore e all’originalità della merce venduta, ma basterà privilegiare chi ha ottenuto riscontri positivi da parte della clientela. 


Opzione usato

Molto spesso si parte dall’idea che l’usato non garantisca standard qualitativi neppure lontanamente comparabili a quelli relativi agli articoli nuovi. Se da un lato questo tipo di ragionamenti possono essere fondati, è anche vero che i prezzi relativi alle due tipologie di merce non sono comparabili. Per un oggetto nuovo l’esborso monetario risulterà decisamente più elevato, ed è per questo che in determinate circostanze il ricorso a pezzi usati può garantire dei veri e propri affari che possono portare a un risparmio che può superare anche il 75%, per componenti in ottimo stato di conservazione.
Questo tipo di pezzi possono essere trovati da uno sfasciacarrozze, ma esistono anche e-commerce specializzati nella vendita di articoli per auto usati. In alternativa ci si può rivolgere a marketplace famosi come E-bay, sui quali è possibile trovare inserzioni private con prezzi davvero vantaggiosi. 

Commenti