Calamaro si riproduce nella bocca di una donna

La donna, 63enne di Seul, è riuscita ad eliminare le spermatofore di calamari dalla sua bocca grazie ad un delicato intervento.

di Simona Vitale 18 giugno 2012 12:28

Notizia bizzarra e per certi versi alquanto disgustosa quella che ci giunge dal Maryland, dove il Centro Nazionale per l’informazione Biotecnologica ha reso noto che una donna ha “partorito” 12 calamari. Il Centro ha anche riferito che non si tratta di un caso isolato. La donna, di cui non è stato reso noto il nome, ha 63 anni e vive a Seul, capitale della Corea del Sud.

Alla base dell’anomalo parto ci sarebbe il fatto che la malcapitata donna ha mangiato un piatto locale tipico della Corea a base, per l’appunto, di calamari. La donna, nel mangiare, ha sentito un fastidio alla cavità orale e ha poi sputato il tutto. Una visita medica successiva ha poi accertato la presenza, nella bocca della donna, di 12 organismi bianchi, simili a dei bachi. Questi piccoli organismi sono stati identificati come spermatofore di calamari, ovvero dei piccoli apparecchi eiaculatori che espellono con forza lo sperma.

Essi sono caratteristici di quegli animali che praticano la fecondazione interna, ma non l’accoppiamento, come i calamari, dunque. Le spermatofore si sarebbero impiantate nelle gengive, nella lingua e nel palato della donna, rimanendo bloccati in una membrana mucosa. Un delicato intervento ha per fortuna consentito alla donna di eliminare questi organismi estranei dalla sua cavità orale. Un simile caso da inseminazione da calamaro si era già verificato lo scorso anno, quando, in Giappone, una donna aveva mangiato frutti di mare crudi, secondo usanze tipiche del luogo dove i frutti di mare vengono serviti crudi e senza aver previamente eliminato gli organi interni.

I ricercatori hanno pertanto messo in guardia i commensali affinché, prima di mangiare seppie o calamari, vengano rimossi i loro  organi interiori o comunque bolliti abbastanza a lungo da uccidere i sacchetti di spermatozoi.

In ogni caso mmaginiamo che data l’esperienza, difficilmente la donna mangerà di nuovo qualcosa che pur solamente somigli a dei calamari.

Oltre 1800 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti