Bossi: “Il Sud costa, il povero Nord lavora”

di Gianni Monaco 26 Settembre 2011 10:30

Molte cose si possono dire su Umberto Bossi. Di certo, non si può parlare di un uomo fantasioso. Da tre decenni ripete i soliti, vuoti slogan. Lo fa anche adesso, in un periodo di profonda crisi economica, finanziaria e sociale, in cui i politici dovrebbero dire cose ben più serie e utili.

Intervenendo alla festa della Lega Nord di Varese, Bossi si è di nuovo scagliato contro il “sud, che costa troppo, mentre il povero nord lavora e basta“. Il senatur se l’è presa anche con i giornalisti, garantendo loro che la cosiddetta “Padania verrà”. Il leader della Lega Nord non poteva non bacchettare poi quelli che espongono il tricolore: “sono dei somari, pensano a mangiare e bere”.

Insomma, nulla di nuovo sotto il sole. La Lega non cambia i suoi modi espressivi, un fatto che irrita sempre di più il centrodestra. Gianni Alemanno, sindaco di Roma, ha detto che non ne può più di Bossi e compagni e che l’alleanza potrebbe essere messa in discussione, magari facendo posto all’Udc.

Commenti