Bimbo di 4 anni esce di casa e prende l’autobus

Ritrovato da due vigilesse, il piccolo è stato riaccompagnato a casa sano e salvo.

di Elena Arrisico 9 Luglio 2012 11:14

Un bimbo di 4 anni è stato ritrovato dalla polizia, dopo essere uscito di casa ed aver preso l’autobus completamente da solo. La madre del piccolo era uscita a fare la spesa con il figlio di 1 anno, il papà era al lavoro e lo zio stava dormendo, quando il bimbo ha pensato bene di prendere le chiavi di casa e di fare un giro.

Il piccolo ha camminato per le strade – in via Padova, per l’esattezza – nei pressi della periferia nord-est di Milano, poi è salito su un autobus della linea 56. L’autista del veicolo ha segnalato l’avvistamento e, dopo qualche ora di ricerche, due vigilesse hanno riportato il bambino a casa. Prima hanno iniziato a giocare con il piccolo per accattivarsi le sue simpatie, cercando anche di capire da dove arrivasse e perché fosse da solo. Il bambino non ha saputo fornire l’indirizzo della propria casa e così le due agenti hanno percorso il tragitto dell’autobus – prima in auto e poi a piedi, con il piccolo in braccio – fino al parco Trotter per cercare di individuare l’abitazione esatta. Invano hanno visitato anche le scuole estive della zona ma, nei pressi di via Padova, il bimbo ha cominciato a riconoscere un ambiente familiare e ha poi indicato con sicurezza un portone, che si è rivelato quello giusto quando le due vigilesse hanno inserito le chiavi che il bambino aveva portato con sé.

Lo zio del bimbo – un ragazzo di 16 anni, fratello del padre – ha raccontato alle due agenti di essersi addormentato e di non essersi accorto di nulla. Stava, infatti, dormendo ancora quando il bambino è tornato a casa accompagnato dalle due vigilesse, che lo hanno svegliato.

La vicenda è stata segnalata al tribunale dei minori e ai servizi sociali, in modo tale che la famiglia presti più attenzione al piccolo intraprendente.

Commenti