Allarme per droga che rende cannibali

La polizia statunitense ha dato l'allarme per una nuova droga che rende cannibali. Ecco spiegato l'aumento dei casi di cannibalismo.

di Elena Arrisico 7 giugno 2012 16:17

La polizia statunitense ha lanciato l’allarme riguardo una nuova droga sintetica che suscita aggressioni e che rende cannibali. L’allerta è stata data in seguito ai recenti e numerosi fatti di cronaca, che hanno visto l’uccisione di varie persone da parte di alcuni cannibali.

La droga in questione è stata chiamata “Settimo Cielo” o “Droga degli Zombie” e ha costretto gli agenti – fra gli altri numerosi casi degli ultimi giorni – ad uccidere un ragazzo di 31 anni, Rudy Eugene, proprio mentre stava divorando la faccia di un uomo a Miami, in Florida. Un testimone ha dichiarato di aver visto l’uomo “ringhiare con pezzi di carne in bocca” e che, nonostante gli avvertimenti della polizia, quest’ultimo continuasse a divorare la faccia della sua vittima: “Il ragazzo era come uno zombie, con il sangue che colava, è stato spaventoso. La cosa più simile a questo che abbia mai visto? The Walking Dead“. Da allora, stanno impazzando, sui giornali e sul web, le notizie riguardo questi “attacchi zombie“, sempre più numerosi ed agghiaccianti.

Tutte le unità della polizia sono, dunque, state invitate alla massima prudenza. L’ultimo caso è stato quello che ha visto protagonista un ragazzo di 21 anni, Brandon De Leon, sotto l’effetto di questo tipo di ecstasy. Il ragazzo ha minacciato due poliziotti e ha tentato di mangiarseli, cercando anche di mordere e divorare la mano di un terzo agente di polizia.

Questa potente e terribile droga è capace di far perdere totalmente il controllo della persona che l’assume, fino ad innescare l’istinto di attaccare e mangiare gli altri esseri umani. Inoltre, pare sia realizzata con elementi chimici facilmente rintracciabili e che sia venduta per strada. Secondo gli esperti, questa nuova droga ha “invaso le strade americane provocando reazioni totalmente inaspettate“, quelle agghiaccianti a cui stiamo assistendo in questi ultimi giorni.

Oltre 500 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti