1 anno e 2 mesi per un bacio rubato alla ex

Un uomo di 28 anni di Malo condannato per violenza sessuale sulla sua ex, alla fine del rapporto la tempestava di chiamate ed sms.

di Vincenzo Avagnale 12 Ottobre 2011 12:40

Succedeva a Vicenza, un uomo di 28 anni aveva estorto un bacio d’addio all’ex fidanzata ed il tribunale oggi l’ha condannato ad 1 anno e 2 mesi di reclusione. 

L’uomo ha risposto alle accuse di violenza sessuale e molestie telefoniche. Non aveva vissuto serenamente la separazione ed anzi non l’aveva accettata affatto. Quindi ha iniziato una vera e propria persecuzione contro la ragazza di 23 anni per convincerla a riprendere la loro relazione. Man mano che lei rifiutava si è fatto sempre più insistente e dopo le telefonate e gli sms è passato agli appostamenti.

Alla fine non ha più potuto resistere e dopo averla immobilizzata le ha estorto un bacio. Il giorno dopo la ragazza l’ha denunciato ai carabinieri, che hanno provveduto subito ad arrestarlo. Secondo la legge l’estorsione di un bacio si configura come violenza sessuale e seppure con l’attenuante di “lieve entità” rimane un reato piuttosto grave.

Soddisfatta l’ex che ha detto: “mi stava rovinando la vita, quando mi ha baciato con la forza ho incominciato a temere per la mia vita, finalmente la legge mi ha tutelato!”

Commenti