Obbligato alla dieta vegana, gattino rischia la morte

I veterinari consigliano di non cercare di cambiare la natura carnivora del vostro piccolo animale domestico.

di Simona Vitale 26 luglio 2013 12:49

Un gattino che ha rischiato di morire dopo che i suoi proprietari lo hanno alimentato con una rigorosa dieta vegana è riuscito a stare meglio dopo aver mangiato con 20 grammi di carne. Si scopre così che una dieta di patate, latte di riso e pasta non necessariamente fa bene. I veterinari in Australia, che hanno curato un gattino forzatamente vegano, avvertono i proprietari di non forzare le ideologie dei loro animali domestici, secondo quanto riferito da Herald Sun.

I dipendenti del Lort Smith Animal Hospital hanno riferito al sito del giornale che il gattino è stato portato in questo mese dai proprietari, che si ritiene fossero vegani come il loro piccolo felino. 

Era estremamente debole e quasi non rispondeva alle cure” ha detto il Dott. Leanne Pinfold.

Al gattino sono stati dati fluidi per via endovenosa, è stato messo al caldo ed alimentato con della carne, secondo quanto segnalato da The Orlando Sentinel. Il povero gattino arancione ha trascorso tre giorni in ospedale. Anche se l’idea di trasformare un gatto carnivoro in un “pretenzioso masticatore di foglie” è alquanto comune, i veterinari dicono che è pericoloso.

“Non si può forzare la natura e l’ideologia del gatto”, Pinfold ha detto all’Herald Sun. “I carnivori cercheranno la carne e il vostro gatto è forse più probabile che vada a caccia e uccida la fauna autoctona locale se privato della carne”.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti