La pornostar giapponese che riceve bottiglie di sperma dai fans

I fluidi corporei maschili saranno utilizzati per le riprese del prossimo film di Uta Kohaku, dal titolo provvisorio Semen Collection 2.

di Simona Vitale 28 Dicembre 2012 10:39

Una attrice porno giapponese ha almeno 100 fan che darebbero la “vita” per lei. Nel senso più letterale dell’espressione. Come parte di un prossimo film a luci rosse, dal titolo provvisorio “Semen Collection 2″, l’attrice Uta Kohaku  ha chiesto, tramite Twitter, ai suoi fans di essere partecipi della “causa” inviando in bottiglie i loro fluidi corporei maschili che serviranno per le riprese del film, secondo il sito del giornale brasiliano online, Odia.

L’iniziativa ha sicuramente riscontrato un clamoroso successo se pensiamo che l’attrice ha ricevuto più di 100 bottiglie di bottiglie di plastica piene di sperma in un arco di tempo di soli 10 giorni, ognuna con il nome del donatore. Kohaku ha apprezzato molto la proficua risposta alla sua richiesta e, secondo quanto riportato da Rocket News24, ha promesso i suoi fan: “Io avrò cura di loro come se fossero miei figli”.

Le riprese del film sono iniziate il 20 dicembre e non c’è una parola sul fatto che sarà rilasciato negli Stati Uniti o cosa Kohaku ne farà dello sperma che le è stato donato dopo che le riprese del lungometraggio saranno terminate.

Commenti