Terrorismo, minacce all’AD di Finmeccanica

L'azienda ipotizza che la minaccia scritta a matita sia opera di un mitomane, sebbene la firma sia quella delle Brigate Rosse

di Simona Vitale 18 Maggio 2012 22:20

Una minaccia di morta è giunta all’amministratore delegato di Finmeccanica, Giuseppe Orsi, con la firma delle Brigate Rosse e il simbolo delle stelle a cinque punte ed è stata trovata su un muro di un ufficio di una sede di Ansaldo Energia a Conigliano, un quartiere di Genova. L’azienda parla prò dell’opera di un mitomane. Sul muro vi era scritto a matita: “Orsi a morte”. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri e la Scientifica, allertati dal personale della società.

Si deve rigettare in maniera ferma e decisa ogni azione contraria ai valori nei quali Ansaldo Energia si è sempre riconosciuta. Non possiamo tollerare comportamenti di questo tipo, anche se dovuti a opera di un mitomane e non già riconducibili ad elementi eversivi” ha dichiarato in una nota Giuspee Zampini, amministratore delegato di Ansaldo Energia, nell’esprimere solidarietà a Orsi.

Ricordiamo che lo scorso 7 maggio a rimanere ferito in un attentato, rivendicato dal gruppo anarchico FAI-nucleo Olga, è stato Roberto Adinolfi, amministratore di Ansaldo Nucleare, unità di Ansaldo Energia del gruppo Finmeccanica.

Commenti