Spider Sense, la tuta con i poteri di Spider-Man

A realizzare la brillante invenzione Victor Mateevitsi ed altri due studenti della University of Illinois’ Electronic Visualization Lab.

di Simona Vitale 27 febbraio 2013 3:24

Nel fumetto, quando Peter Parker viene morso dal ragno radioattivo che lo trasforma in Spider-Man, guadagna dei super-poteri che gli danno la velocità, la forza e l’agilità di un ragno. Ma non è tutto. Ottiene anche una specie di “spider-sense” che gli permette di capire quando qualcosa o qualcuno che non riesce a vedere sta per attaccarlo. Victor Mateevitsi, studente presso la University of Illinois’ Electronic Visualization Lab, promette che tale super-potere potrà essere disponibile a tutti noi ben presto, ad un prezzo abbastanza ragionevole.

Questo perché Mateevitsi ha costruito una tuta con una serie di sensori che opera letteralmente come una sorta di “spider-sense.” Essa è composta da piccoli bracci robotici dotati di sensori ad ultrasuoni. Come i sensori ad ultrasuoni rilevano oggetti vicini, i bracci esercitano una pressione sempre più forte sulla pelle. Ci sono 7 diversi sensori, in modo che qualcuno che indossa la tuta possa rilevare l’oggetto pericoloso da diverse direzioni.

Nella creazione di questo vestito, Mateevitsi è ispirato alle nuove abilità per i sensori che vedono le cose che gli esseri umani non possono vedere. Grazie anche agli insegnamenti di diversi docenti (Prof. Jason Leigh, Prof. Robert Kenyon e il Prof. Steve Jones) Mateevitsi, ha fatto sapere che la tuta è stata concepita in collaborazione con altri due studenti, Brad Haggadone e Brian Kunzer. “Durante il nostro incontro è emerso che siamo arrivati ​​ad un punto in cui la tecnologia è in grado di rilevare e reagire a pericoli che noi umani non possiamo percepire. Le radiazioni per esempio, sono invisibili, non hanno odore, ma sono estremamente letali per gli umani. Quindi abbiamo iniziato a sperimentare con diverse idee su come possiamo usare la tecnologia per aumentare la nostra percezione dell’ambiente circostante. “

Per testarne l’efficienza,  Mateevitsi e gli altri studenti hanno indossato il costume con occhi bendati. Il 95% del tempo sono stati in grado di sentire con successo chi stava per attaccarli. Il tutto potrebbe avere anche riflessi sicuramente positivi anche per i non vedenti.

Tutto sommato, la tuta pesa poco più di 3 chili. E si potrebbe arrivare a metterla in commercio molto presto – abbastanza a buon mercato. “Stiamo considerando di portare la tuta al pubblico e siamo alla ricerca di modi alternativi per fare questo. Il prototipo costa circa $ 500. Si stima che la miniaturizzazione della tecnologia farà sì che potremo avere la produzione di tutta una serie di tute Spider-Sense in modo che sarà possibile abbassare i costi”, ha aggiunto Mateevitsi.

I risultati dei 3 studenti saranno presentati il ​​mese prossimo alla quarta Augmented Human International Conference a Stoccarda, in Germania.

33 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti