Sanità sempre più cara, 9 milioni di italiani non possono curarsi

Dalla ricerca RBM Salute-Censis risulta un quadro preoccupante sulla sanità italiana: almeno 9 milioni gli italiani che non possono più accedere alle cure.

di Elena Arrisico 12 giugno 2012 12:17

Il Censis ha diffuso dei dati a dir poco preoccupanti sulla sanità italiana. In Italia, ben 9 milioni di persone non possono accedere alle cure di cui hanno bisogno, proprio come già accade negli Stati Uniti, dove decine di milioni di cittadini muoiono perché non possono permettersi un’assicurazione.

La ricerca RBM Salute-Censis – effettuata in collaborazione con Munich Re – ha messo in evidenza che sono almeno 9 milioni gli italiani che dichiarano di non aver potuto accedere ad alcune prestazioni mediche di cui avevano bisogno, proprio a causa di ragioni economiche. 2,4 milioni sono anziani, 5 milioni sono famiglie con figli e 4 milioni abitano al sud.

Il 77 per cento delle persone che ricorrono alla sanità privata lo fa a causa della lunghezza delle liste d’attesa che, in alcuni casi, di certo non si può stare ad attendere, specialmente nel caso di malattie gravi. Il 31, 7 per cento degli italiani parla chiaramente di un peggioramento della sanità nella propria regione.

I tagli alla sanità pubblica hanno abbassato la qualità delle prestazioni, per questo motivo il Censis ha spiegato che è prioritario trovare delle nuove risorse per impedire che meno spesa pubblica significhi più spesa privata e, peggio ancora, meno sanità per chi non può pagare.

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Tags: tagli
Commenti