Russia ed Ucraina sembrano entrare in guerra

Il conflitto tra i due Stati sembra essere scoppiato ufficialmente

di Maria Barison 24 Febbraio 2022 23:24

A quanto pare la guerra tra Russia ed Ucraina sembra inevitabile. In tutti questi mesi ci hanno fatto credere che era tutto ok, fino a quando questa mattina l’Ucraina si è svegliata sotto le bombe con le sirene d’evacuazione e le persone che scappano dalla guerra. In tutto questo il conflitto tra la Nato e lo Zar russo Vladimir Putin sembra essere molto acceso con parole forti da entrambe le parti. Chi ha ragione? Probabilmente nessuno, ma cosa importa se il mondo è già stato distrutto da una pandemia ed i grandi giocano a fare la guerra.

Dunque costa sta accadento in Europa? In sostanza l’Ucraina che ha deciso di essere uno Stato sovrano ed indipendente (un po’ come la Svizzera) si ritrova tra incudine e martello. L’incudine è la NATO ovvero l’alleanza delle Nazioni unite europee con l’America di cui fanno praticamente parte la maggior parte delle Nazioni europee, mentre il martello è la Russia che si è vista praticamente i confini invasi da questa alleanza. Putin ha infatti detto esplicitamente che se l’Ucraina non firmerà un patto dove dichiara che non entrerà mai a far parte della NATO, entro due mesi le truppe russe invaderanno il territorio. L’unico problema è che questa invasione sembra essere già avvenuta viste le bombe lanciate questa mattina su alcune Città. Addirittura a Kiev sono suonate le sirene gettando nel panico i civili che si sono ammassati sulle strade per fuggire.

Dunque da una parte c’è Biden che dice a Putin che l’Ucraina è uno Stato libero di prendere le decisioni da sola e fare quello che vuole, dall’altra c’è uno Zar che tramite le sue parole ha lasciato intendere chiaramente che le sue intenzioni sono serie e che una terza guerra mondiale potrebbe accadere sicuramente. Infatti Punti ha detto che “chiunque agirà a favore dell’Ucraina subirà delle conseguenze mai viste prima nella storia” insomma il messaggio è chiaro e si parla apertamente di guerra. Intanto sono cominciate molte manifestazioni in nome della pace in tutto il mondo, ma in Russia a differenza di altri paesi i manifestanti vengono arrestati anche se espongono un semplice cartello. Le fonti sono molteplici, le notizie sono tante e la situazione cambia praticamente ogni giorno ed ora regna l’incertezza e la paura che dopo aver a stento superato una pandemia si cominci a fare anche la guerra. Noi abbiamo cercato di spiegare in breve la situazione, ma è tutto un equilibrio delicato.

Commenti