Quali saranno le figure professionali più ricercate in Italia

Uno studio sulle figure che sono in netta crescita qui in Italia

di Roberto S. 1 Settembre 2019 23:35

Il mercato del lavoro, sempre più frenetico e competitivo, vedrà nei prossimi anni una diminuzione della domanda di figure low skills, cioè con bassa specializzazione, a fronte di un aumento di quella di profili con alte competenze professionali. Tra le figure più ricercate, ricopriranno un ruolo chiave quelle in ambito finance, cioè quelle che hanno lo specifico compito di migliorare il valore dell’impresa, assicurando un rendimento del capitale superiore al suo effettivo costo. 

figure professionali più ricercate

I cambiamenti del mondo del lavoro

Analizzando a fondo il moderno mondo del lavoro, si può constatare come non siano diminuiti in maniera significativa i posti disponibili, quanto come questi siano solamente mutati nel tipo di figure richieste. Le aziende sono sempre più orientate nella ricerca di personale altamente qualificato grazie anche alla maggiore digitalizzazione. 

Vogliamo fare un esempio per far comprendere il cambiamento. Un tema molto discusso, soprattutto nel mondo delle PMI, è quello della gestione e dell’ottimizzazione dei processi aziendali. Una messa a punto di tali processi, ricorrendo magari a software gestionali o ad una maggiore organizzazione, porta inevitabilmente a rendere alcune posizioni obsolete, ma anche a crearne delle nuove

Le figure professionali più richieste

Chiarito il fatto di come nei prossimi anni le figure professionali più richieste saranno quelle altamente specializzate, ora vedremo quali saranno tra queste quelle che ricopriranno un ruolo di maggior rilievo. Le aziende si occuperanno sempre più di ricerca e selezione di figure finance, motivo per cui affideranno maggiormente queste fasi ad aziende di head hunter finance o head hunter banking. Tali aziende si occupano appunto di fornire servizi di reclutamento di figure specializzate in questi settori, individuando quindi solamente quelle persone che effettivamente sono in grado di soddisfare i requisiti richiesti.

Il mondo della finanza

Come anticipato, il mercato occupazionale è in grande fermento, e nei prossimi anni assisteremo a numerosi cambiamenti, mutazioni sostanziali che sono tangibili già da qualche anno. Il mondo del lavoro in banca e finanza attrae un numero sempre crescente di neodiplomati e neolaureati, e alcune figure professionali sono sempre più ambite. Dal punto di vista retributivo infatti, ci sono moltissime opportunità professionali molto promettenti in tal senso, situazione appurabile anche dall’aumento della domanda di servizi di head hunter nel settore bancario.

La Società di selezione dirigenti Badenoch + Clark, ad esempio, è specializzata proprio nel reclutamento di figure ad alto profilo, consapevoli del fatto che le modalità con cui le grandi aziende cercano i leader del prossimo futuro, sono totalmente mutate. La consulenza offerta si muove proprio in questa direzione, cioè fornire un valido supporto per affrontare al meglio il cambiamento.

L’importanza della formazione

Considerando la direzione presa dal mondo del lavoro – cioè la ricerca di figure sempre più specializzate – è facilmente intuibile come la formazione sia sempre più importante. Soprattutto per coloro che hanno conseguito una laurea in economia, non è detto che tale titolo possa portare necessariamente a svolgere professioni come dottore commercialista o esperto contabile. Seguendo il giusto percorso formativo infatti, è possibile ambire a posizioni di spicco, che prevedono una carriera e livelli retributivi molto interessanti (da questo punto di vista sono molto interessanti vari master economici, tra i quali spicca quello organizzato dal Sole 24 Ore). 

Una figura sempre più ricercata, ad esempio, è quella dell’analista finanziario. Lo specialista si occupa di leggere i bilanci aziendali e, analizzando quelli che sono i dati economico-finanziari, è in grado di sviluppare modelli di valutazione dell’azienda stessa, di redigere un business plan, gestire la liquidità e molto altro ancora. In questo preciso caso si parla di retribuzioni comprese tra i 50.000 e i 60.000 euro annui, ovviamente dopo aver fatto almeno 5 o 6 anni di training presso qualche azienda di consulenza di grandi dimensioni.

Tags: lavoro
Commenti