Pilota si sente male, passeggero ai comandi dell’aereo

Il caso ha voluto che il passeggero fosse un pilota fuori servizio della North American Airlines celebrato ora dai media come un vero e proprio eroe.

di Simona Vitale 21 Novembre 2012 23:04

L’abbiamo visto in decine di film hollywoodiani, ma stavolta è pura realtà. Siamo a bordo di un Boeing 747 della compagnia Lufthansa.  Dopo che un copilota del volo da New York Newark a Francoforte è stato costretto a lasciare i comandi a causa di un forte attacco di emicrania, l’equipaggio della compagnia tedesca ha vissuto davvero attimi di panico.

Tuttavia, fortunatamente, un passeggero si è fatto avanti cercando di aiutare il comandante a far atterrare l’aereo. Il caso ha voluto che il passeggero fosse un pilota fuori servizio della North American Airlines che, dopo essersi accorto che qualcosa non andava si è offerto di aiutare il comandante a effettuare un atterraggio di emergenza all’aeroporto di Dublino dove il copilota è stato portato in ospedale. Una volta trascorse sei ore, l’aereo ha ripreso il suo viaggio per terminare il tratto mancante.

I media ora definiscono l’uomo come un vero e proprio eroe. Sta di fatto che il passeggero era fortunatamente in possesso della licenza per pilotare i 747, aiutando il comandante, dunque, ad effettuare l’atterraggio, sebbene la compagnia tedesca abbia fatto sapere che, in siffatte circostanze, sarebbe comunque normale per il comandante continuare il volo da solo. Il ministero dei Trasporti irlandese ha aperto un fascicolo sull’episodio.

Commenti