Persone scomparse:è un dovere segnalare l’allontanamento

Una nuova legge lo dispone per tutelare l'incolumità della persona che sta abbandonando la propria dimora.

di Daniela Santoni 10 Dicembre 2012 10:37

Se assistiamo all’allontanamento di una persona dalla propria dimora è ora un dovere segnalarlo: a dirlo è una legge approvata lo scorso 14 Novembre. Chiunque viene a conoscenza dell’allontanamento di una persona dalla propria abitazione o dal luogo di temporanea dimora e, per le circostanze in cui è avvenuto il fatto, ritiene che dalla scomparsa possa derivare un pericolo per l’incolumità della persona stessa, può denunciare il fatto alle forze di polizia o alla polizia locale. E’ quanto prevede la Legge 14 novembre 2012, n. 203 pubblicata in Gazzetta Ufficiale 28 novembre 2012, n. 278 in materia di ricerca delle persone scomparse.

Ferme restando le competenze dell’autorità giudiziaria, l’ufficio di polizia che ha ricevuto la denuncia promuove l’immediato avvio delle ricerche dandone contestuale comunicazione al Prefetto per il tempestivo e diretto coinvolgimento del commissario straordinario per le persone scomparse e per le iniziative di competenza. Sentiti l’autorità giudiziaria e i familiari della persona scomparsa, il Prefetto valuta l’eventuale coinvolgimento degli organi di informazione, comprese le strutture specializzate, televisive e radiofoniche, che hanno una consolidata esperienza nella ricerca di informazioni sulle persone scomparse. Qualora vengano meno le condizioni che hanno determinato la denuncia, il denunciante, venutone a conoscenza, è tenuto ad avvertire immediatamente le forze di polizia.

Certo che in persone nel pieno delle proprie facoltà sarà molto difficile comprendere quando queste intendano allontanarsi per una passeggiata o per impegni da quando l’allontanamento celi intenti diversi.

Tags: prefetto
Commenti