Oggetto luminoso avvistato da Curiosity, la NASA non sa cosa sia

L'UFO si muove nel cielo marziano, per poi fermarsi brevemente, aumentare di luminosità e riprendere il volo, sparendo dietro una collina.

di Elena Arrisico 28 Agosto 2012 14:04

Un oggetto volante non identificato è stato ripreso da Curiosity, il rover che dal 6 agosto si trova sul suolo di Marte in cerca di tracce di vita passata sul pianeta rosso. L’UFOUnidentified Flying Object, per l’appunto – è sferico, luminoso ed attraversa l’orizzonte marziano, fermandosi brevemente ed aumentando di luminosità, per poi ripartire fino a scomparire pochi istanti dopo dietro una collina.

L’intera scena è stata ripresa dal robot Curiosity e la NASA non sa spiegare il fenomeno che viene, così, classificato come inspiegabile. Il video era stato caricato sul sito ufficiale, ma è stato poi rimosso, probabilmente per la mancanza di risposte; fortunatamente, però, alcune persone lo hanno catturato e caricato su YouTube. Si potrebbe pensare ad un meteorite che entra nell’atmosfera di Marte, ma così non si spiegherebbe il silenzio della NASA ed il fatto che l’oggetto si fermi in aria per un po’, aumentando di luminosità, per poi riprendere il suo tragitto.

Curiosity è atterrato nel cratere Gale – nei pressi del Monte Sharp – un deposito alluvionale, che si è rivelato essere ricco di sedimenti trasportati dall’acqua che, nel passato, doveva essere presente in superficie; in alcuni scatti effettuati dal robot proprio nei pressi del cratere, si possono notare alcuni strani puntini nel cielo dell’atmosfera rarefatta del pianeta rosso. Data la mancanza di commenti ufficiali da parte della NASA, alcuni giornali – come l’Huffington Post – si sono, così, rivolti ad esperti in materia UFO: Marc Dantonio, esperto del governo americano, ha dichiarato che quei puntini bianchi sono, probabilmente, un difetto della telecamera digitale del rover costato la bellezza di 2,5 miliardi di dollari. La spiegazione, però, non regge di fronte al video ripreso da Curiosity, le cui immagini sono abbastanza chiare.

Al momento, nessun esperto ha dato una spiegazione circa il fenomeno e la NASA, per tutta risposta, ha eliminato il video – che resta, comunque, raggiungibile su YouTube – dal suo sito ufficiale. Nel frattempo, però, ha comunicato che stasera, 28 agosto – alle 22:00, ora italiana – Curiosity diffonderà su Marte l’ultima canzone di Will.I.Am – cantante dei Black Eyed Peas – “Reach For The Stars“.

Oggetto luminoso avvistato da Curiosity, la NASA non sa cosa sia
Commenti