Napoli, macabra scoperta: trovati due cadaveri in un rogo di rifiuti

Sembra che l'incendio sia scoppiato dopo che un fuoco sia stato acceso per riscaldare una delle baracche in cui vivono diversi immigrati.

di Simona Vitale 21 Febbraio 2013 10:15

Grande è stato lo sgomento dei Vigili del Fuoco di Giugliano in Campania, in provincia di Napoli quando, nello spegnere un rogo di rifiuti, hanno macabramente scoperto la presenza di due cadaveri che bruciavano insieme alla spazzatura. Immediata è stata la denuncia ai Carabinieri. Secondo quanto emerso dai primi rilievi sembra che i due cadaveri appartengano a due persone adulte dell’Europa dell’Est e che le fiamma siano divampate in maniera accidentale.

Divampato in via Santa Caterina da Siena, dove vivono diversi cittadini stranieri, l’ipotesi al momento più accreditata sembra essere quella per la quale l’incendio sia scoppiato dopo che un fuoco sia stato acceso per riscaldare una delle tante baracche presenti in zona dove, tra i cumuli di spazzatura, esistono giacigli di fortuna realizzati con lamiere e materiali di fortuna e in cui trovano rifugio molti immigrati. Carabinieri e Vigili del Fuoco sono lavoro per escludere eventuali altri cadaveri seppelliti sotto cumuli di immondizia.

Commenti