Il movimento 5 stelle: primarie online per i parlamentari

Le consultazioni online per scegliere i candidati al Parlamento si svolgeranno da lunedì a giovedì dalle 10 alle 17 e potranno parteciparvi solo gli iscritti.

di Luca Fiorucci 30 novembre 2012 21:18
Beppe Grillo

Dopo le primarie del Pd, è la volta delle primarie del Movimento Cinque Stelle di Beppe Grillo, che terrà le consultazioni online solo per gli iscritti per scegliere i candidati al Parlamento. Lo ha annunciato lo stesso Grillo, che in un post sul suo blog ha scritto: “Le votazioni per l’elezione dei candidati a Cinque Stelle per Parlamento si terranno da lunedì tre dicembre a giovedì sei dicembre, dalle 10 alle 17 di ogni giorno“. Per votare basterà accedere al sito del Movimento Cinque Stelle, dove sarà attivata un’area di voto, ed usare la stessa e-mail e password con la quale ci si è registrati.

Sul sito di Grillo, pochi minuti dopo, sono comparsi anche commenti critici. Alcuni, per esempio, hanno scritto: “ Ma scusa Beppe, si può votare solo dalle 10 alle 17, dal lunedì al giovedì? E chi lavora e non ha accesso a internet come fa? E poi in base a cosa votiamo se non conosciamo i candidati: non ci sono stati presentati, non sappiamo niente di loro?” In realtà, l’annuncio delle primarie online era stato già dato a fine ottobre, con un video nel quale Grillo spiegava ai “grillini” le regole per candidarsi. Per prima cosa, occorre avere la fedina penale pulita e non ricoprire nessun incarico in Regioni, Province, Comuni, consigli di quartiere.

Sono esclusi anche gli attivisti che, per diverse ragioni, non hanno avuto la possibilità di candidarsi alle amministrative, mentre può partecipare chi, candidandosi, non era stato eletto e riesce a dimostrare di essersi impegnato per il movimento. Secondo Grillo, in tal modo si riuscirebbe a “premiare il lavoro sul territorio” e a tenere a distanza gli “infiltrati”, schieratisi a favore del Movimento Cinque Stelle solo dopo i suoi recenti successi. Nonostante si prepari ad entrare in Parlamento, lo stile del comico genovese però non cambia. Sulla sua pagina Facebook il post che annuncia le primarie online è accompagnato da un fotomontaggio nel quale compare il presidente Napolitano poco prima di essere “sorpreso” dallo scoppio di un palloncino.

Sul suo blog, invece, Grillo attacca duramente tutta la classe politica per la riforma della legge elettorale, scrivendo: “In Italia è in atto un colpo di Stato progressivo. La fine della democrazia un passo alla volta, per abituare il cittadino al cambiamento. Dolce, soffice, come lo shampoo di Gaber.” Oggi, invece, Federica Salsi, la consigliera comunale bolognese del Movimento Cinque che Grillo aveva duramente attaccato per una sua partecipazione alla trasmissione “Ballarò”, ha rilasciato un’intervista a “24 mattino” su Radio 24, nella quale ha criticato il comico genovese: “Grillo nei modi è sempre stato molto violento, abbiamo fatto insieme il “Vaffanculo day”, ma adesso i toni da sarcastici, violenti, estremamente taglienti, hanno un contenuto di cattiveria nei confronti delle persone” ha affermato.

22 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti