Movimento 5 Stelle, photoshop per i bonifici falsi

Sale a 14 il numero dei furbetti, il Movimento continua con la linea dura dell’espulsione

di fabiana 18 febbraio 2018 17:32
di maio renzi, elezioni

È caos nel Movimento 5 Stelle per i mancati rimborsi e i bonifici ritirati: tutto è cominciato con un servizio de Le Iene che hanno scovato i furbetti che non avrebbero restituito le somme destinate al fondo del microcredito come previsto dal regolamento del Movimento.

I 5 Stelle scelgono la linea dura e cacciano i furbetti, ma intanto cresce il numero dei parlamentati che avrebbero trattenuto tutto il loro stipendio contravvenendo a quanto deciso dal movimento.

Ivan Della Valle, Maurizio Buccarella, Carlo Martelli, Girolamo Pisano, Elisa Bulgarelli, Emanuele Cozzolino, Andrea Cecconi, Silvia Benedetti sono gli espulsi dei giorni scorsi come comunicato dal leader del movimento, Luigi Di Maio.

Ma si aggiungono anche altri nomi: Francesco Cariello, Emanuele Scagliusi e Federica Dieni, solo gli ultimi che spuntano nel servizio de Le Iene e che attualmente sono candidati all’uninominale in Puglia e a Reggio Calabria.

L’inchiesta delle ‘Iene’ è stata pubblicata sul sito della trasmissione con un’intervista esclusiva a Ivan Della Valle, uno dei parlamentari coinvolti nella vicenda che avrebbe trattenuto 51 bonifici per un totale di 272.312 euro ammettendo di aver ritoccato la cifra dei bonifici con l’uso del Photoshop sul pdf online prima di poterlo pubblicare. +

Fuori dal movimento, aggiunge Di Maio, anche Francesco Cariello che “non ci ha voluto dare l’autorizzazione di accedere ai dati in possesso del Mef” e che è fuori dal Movimento come riporta un post del sito del movimento e Gian Luca Sassi, consigliere regionale in Emilia Romagna. Giulia Sarti presenta una differenza di versamento di 19.399, ma si è già autosospesa e ha denunciato il suo ex. Senza contare che ci sarebbero molti altri casi minori.

photo credits | instagram

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti