Mar Egeo: accoltellato, rimane due giorni in acqua. E' salvo

di David Spagnoletto 6 Luglio 2011 15:15

Era stato accoltellato e buttato nel Mar Egeo, tutti lo credevano morto. E invece è ancora vivo, grazie al salvataggio del personale di un traghetto. È successo a uno scafista turco, colpito con un coltello da tre compagni georgiani nel corso di un trasporto di clandestini.

È una delle tante storie dell’Operazione “Ropax” coordinata per il filone bolognese dal Pm Stefano Orsi. Lo scafista turno è rimasto in mare per due giorni e solo la sua grande forza l’ha salvato da una morte che sembrava certa.

Il personale di un traghetto che navigava sul Mar Egeo si è accorto dell’uomo, che una volta arrivato sulle coste greche è stato arrestato.

Commenti