L’importanza della respirazione nella lotta al sovrappeso

di Michele Laganà 21 Ottobre 2013 14:46

Quando parliamo di dimagrimento, tendiamo a rivolgere la nostra attenzione esclusivamente alle calorie che consumiamo regolarmente e a quelle che introduciamo ogni giorno. Così facendo, però, trascuriamo un aspetto fondamentale per il metabolismo cellulare: quello della respirazione.

Ricordiamo infatti che sia i carboidrati che i grassi possono essere metabolizzati solo in presenza di ossigeno: in questo modo le molecole degli zuccheri si spezzano liberando l’energia termica in essi contenuta, assieme all’acqua e all’anidride carbonica.

Ce lo conferma il dott. Pier Luigi Rossi, Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione:

“Perdere il peso in eccesso in modo corretto e salutare significa perdere massa grassa senza intaccare muscoli, acqua e ossa. Ma per “bruciare” un solo grammo di grasso occorrono 2 litri di ossigeno. L’ossigeno è infatti il principale nutriente delle nostre cellule. Senza di esso non si riesce a perdere peso. Il nostro organismo può essere paragonato infatti a una candela che si spegne sotto una campana di vetro.

Una sana alimentazione è necessaria ma non è sufficiente per dimagrire, occorre infatti saper respirare, introdurre almeno 300 litri di ossigeno al giorno con gli atti respiratori e favorire l’arrivo dell’ossigeno all’interno degli adipociti per bruciare il grasso accumulato al loro interno. La carenza di ossigeno causa stanchezza, astenia, mancanza di memoria e abbassamento della temperatura corporea con continua sensazione di freddo.”

La tendenza ad ingrassare è quindi favorita da una riduzione dell’ossigeno introdotto con il respiro, proprio perché il metabolismo cellulare rallenta.

Oggi purtroppo si tende ad avere una respirazione molto superficiale (la respirazione “costale” o “clavicolare”) e a vivere in ambienti carenti di ossigeno, e questo comporta notevoli ripercussioni sul metabolismo.

Ci sono diversi fattori che limitano una buona ossigenazione del corpo: una delle più frequenti è il grasso addominale, che limita il movimento del diaframma (responsabile di una respirazione più profonda ed efficace); il fumo; passare troppe ore in ambienti chiusi; condizioni di sovrappeso e obesità.

Quest’ultimo fattore crea poi una sorta di circolo vizioso: più si ingrassa, più si limita l’ossigenazione del corpo attraverso il respiro, più si continua ad aumentare di peso.

Essere consapevoli dell’importanza di una buona respirazione è un primo importante passo nella lotta al sovrappeso, ma certamente continuano a essere fondamentali una corretta alimentazione e un’attività fisica moderata ma costante (che già di per sé contribuisce a una migliore ossigenazione).

Senza dimenticare che oggi possiamo avvalerci anche di soluzioni naturali proposte dalla moderna fitoterapia. Aboca ci propone Adiprox*: l’efficace integratore della linea Fitomagra che sfrutta l’azione di procianidine e fenoli da semi d’uva e the verde, e favorisce il metabolismo dei grassi, aiutandoci a ristabilire la fisiologica funzionalità del tessuto adiposo.

Con un po’ di attenzione, l’aiuto di un prodotto naturale e uno stile di vita sano e rispettoso del nostro corpo, dimagrire sarà semplice, proprio come… respirare!

* Seguire una dieta ipocalorica adeguata seguendo uno stile di vita sano con un buon livello di attività fisica.
Se la dieta viene seguita per periodi prolungati, superiori alle tre settimane, si consiglia di sentire il parere del medico. Leggere attentamente le avvertenze.

Iniziativa in collaborazione con Aboca S.p.a

Commenti