Le 10 morti più assurde di sempre

La triste mietitrice sa bene come falciare vite vissute. Talora anche in maniera bizzarra e al limite dell'incredibile. Vediamo come.

di Simona Vitale 18 Aprile 2013 22:45

4. Il 18enne che ha scelto di suicidarsi facendosi mangiare dai piranha

http://www.bolivia-riberalta.com/blog.php/?p=9583

Un ragazzo di 18 anni, boliviano, ha trovato un modo alquanto bizzarro e raccapricciante di suicidarsi, secondo la polizia. Pare che il ragazzo sia saltato fuori dalla sua canoa in un tratto di fiume infestato da piranha e sia morto dissanguato dopo aver subito decine di punture. La polizia ritiene che la morte sia stata frutto di un suicidio perché il 18enne era un pescatore che conosceva il fiume ed era ben consapevole del fatto che brulicasse di pesci carnivori.

5. L’uomo che è morto per combustione spontanea

http://www.rawstory.com/rs/2013/02/19/oklahoma-sheriff-spontaneous-human-combustion-killed-65-year-old-man/

Danny VanZandt, un uomo di 65 anni, è stato trovato bruciato e incenerito nel febbraio del 2013 nella sua casa in un modo tale che suggerisce possa essersi bruciato spontaneamente. “Pur versando della benzina su qualcuno, non sarebbe mai stato incenerito in questo modo”, ha detto un testimone. VanZandt ha bevuto alcool e fumato sigarette, ma non sono stati certo questi fattori a causare il tipo di fuoco che ha incenerito il suo corpo. Il pavimento sotto l’uomo 65enne non è stato danneggiato affatto e non vi era alcun segno di utilizzo di alcun accelerante. L’autopsia non ha mostrato alcun indizio di come il fuoco si sia appiccato. Mistero.

6. La donna che è morta dopo che accidentalmente le è stata iniettata della zuppa

http://49th-parallel.blogspot.it/2012/10/lady-dies-in-hospital-after-accidental.html

Ilda Vitor Maciel di Rio de Janeiro è morta nel settembre 2012, all’età di 88 anni. Un infermiere le ha erroneamente iniettato della minestra in una vena del braccio destro della donna al posto del suo tubo di alimentazione. La figlia di Maciel era con lei quando le è stata fatta l’iniezione e ha detto che  la madre ha iniziato a dimenarsi e sentirsi male immediatamente. Ha riferito di non aver mai visto sua madre così fisicamente sconvolta da quando era in ospedale. Maciel è morta appena 12 ore dopo aver ricevuto l’iniezione. Il direttore dell’ospedale ha riconosciuto l’errore, ma non ammette che possa essere legato alla morte della paziente. L’Istituto Medico-Legale (IML), sta ancora indagando sulle cause della morte.

Tags: morti
Commenti