Inghilterra 1913, un bambino aveva previsto il futuro in un compito in classe

di Simona Vitale 22 Settembre 2011 11:41

Prevedere il futuro? Impresa impossibile, direte voi. Eppure, nel lontano 1913, un bambino inglese di nome Edgar Codling, in un tema in classe, descrisse quello che secondo lui sarebbe accaduto nel 2000.

Molte delle “profezie” contenute in questo tema, ritrovato da alcuni volontari, si sono davvero rivelate effettive, reali.

Non era ancora scoppiata nemmeno la prima guerra mondiale, quando questo bambino “predisse” che gli aerei si sarebbero diffusi quanto le automobili e le biciclette sarebbero diventate talmente comuni, da poter essere acquistate a basso prezzo. E cosi è stato.

Non solo. Edgar aveva previsto che enormemente si sarebbero diffusi i viaggi di piacere, proprio per mezzo degli aeroplani (che dunque non sarebbero stati più utilizzati solo per viaggi di lavoro e di affari) e che i quotidiani si sarebbero sviluppati tantissimo, trovando nel loro basso costo la ragione principale del loro successo.

A proposito dell’emancipazione femminile il piccolo Edgar si è avvicinato ma senza prenderci del tutto, in quanto scrisse: “Le suffragette forse otterranno il diritto di votare, ma probabilmente non ce la faranno“.

Il tema di questo bambino inglese  fa parte di una mostra sullo sviluppo della scolarizzazione negli ultimi 200 anni, realizzata grazie alla collaborazioni di volontari che hanno condotto indagini e ricerche in tutte le scuole esistenti nel Norfolk e costruite prima del 1950.

Le ricerche hanno portato alla scoperta di tutta una serie di temi molto simili a quello realizzato a suo tempo da Edgar Codling.

Commenti