Scontro fra traghetti ad Hong Kong: almeno 36 morti

Si tratta di uno degli incidenti marittimi più gravi mai avvenuti nel paese asiatico. Decine i feriti.

di Simona Vitale 2 Ottobre 2012 9:58

Tragedia al largo delle coste di Hong Kong dove uno scontro fra due traghetti ha causato la morte di almeno 36 persone. La nave della Hong Kong Electric Company, controllata dal miliardario Li Ka-Shing, stava trasportando più di 120 persone, tra personale e componenti della famiglia, per far ammirare loro i fuochi d’artificio al Victoria Harbour dove si celebrava la Giornata Nazionale della Cina, quando si è poi scontrata con un’altra nave, cominciando ad affondare verso l’isola di Lamma, a sud della stessa Hong Kong.

Sono decine le persone che, in preda al terrore, si sono gettato nel mare mosso cercando di sfuggire alla morte, mentre la nave è rapidamente colata a picco, lasciando solo la prua a sporgere dall’acqua.

Uno dei sopravvissuti, raggiunta la riva, ha raccontato: “Dieci minuti e la nave è affondata. Abbiamo dovuto aspettare almeno 20 minuti prima che ci venissero a salvare”. Altri sopravvissuti hanno raccontato di aver avuto giusto il tempo di indossare i giubbotti di salvataggio prima che il battello fosse sommerso intrappolando i passeggeri.

Si tratta di uno dei più gravi incidenti marittimi nelle acque di Hong Kong in tempi abbastanza recenti. Il territorio, che è composto dalla penisola di Kowloon e altre isole, ha uno dei porti più trafficati al mondo, ma gli incidenti sono sempre stati alquanto rari.

Tags: hong kong · nave
Commenti