Filippine, bambina di 10 anni stuprata e sepolta viva

di Simona Vitale 7 Ottobre 2011 17:05

Storia davvero dolorosa e raccapricciante quella che vi raccontiamo e che giunge dalle lontane Flippine. Myla è una bambina di appena dieci anni ed è stata protagonista di una delle esperienze più traumatizzanti che possano accadere ad un essere umano: ovvero quella di essere sepolta viva.

Purtroppo sì. La piccola in questione è stata vittima delle violenze sessuali del cugino 21enne che, dopo aver abusato di lei, l’ha anche colpita con un oggetto contundente. Probabilmente, vedendola priva di sensi e credendola morta, il cugino ha ben pensato di concludere la distruzione totale della sua umanità seppellendo Myla.

Per fortuna la bambina era ancora viva e, dopo aver ripreso i sensi, ha deciso di non abbandonarsi a questo atroce destino. Così Myla ha cominciato a scavare con le sue piccole mani sino ad arrivare in superficie e vedere la luce del sole. Grazie all’aiuto poi di alcuni vicini è riuscita a tornare a casa e ha raccontare il suo calvario. Il malvagio cugino è stato arrestato ed è in stato di fermo.

Tutto è bene quel che finisce bene, verrebbe da dire. Ma rimane lo sdegno e il disprezzo per la violenza e l’abuso che ancora una volta colpiscono gli esseri più fragili e indifesi: i bambini.

Commenti