Fede: “Se Berlusconi lascia mi dimetto dal Tg 4”

Emilio Fede, direttore del Tg 4 e da sempre accanito sostenitore di Silvio Berlusconi, ha dichiarato che alle dimissioni del Premier seguiranno le sue. "Lascio perchè mi troverei di fronte un paese diverso" riferisce il giornalista. Parole poco benevole anche nei confronti dei traditori di Berlusconi.

di Simona Vitale 11 Novembre 2011 9:20

Emilio Fede, direttore del tg 4 non si smentisce mai e come sempre si mostra fedelissimo a Silvio Berlusconi. “Se Berlusconi lascia la politica, io lascio il Tg4” ha dichiarato Fede ai microfoni del programma radiofonico “Un giorno da pecora”, così commentando le dimissioni annunciate dal Cavaliere.

Non sono triste, ma furibondo e incazzato. Se lui dovesse uscire da questo ruolo, lascerei la cosa a cui tengo di più al mondo dopo la famiglia: il mio lavoro. Lo lascerei perchè mi dovrei confrontare con una paese diverso“. Fede non vorrebbe abbandonare la televisione, ma piuttosto chiederebbe di fare “un’altra trasmissione, un settimanale, non è che lascerei la televisione. Ma mi piacerebbe fare un bel rotocalco, come è stato Tv Sette, di cui fui protagonista”.

Fede è anche convinto del fatto che probabilmente riuscirà adesso a stare più vicino all’amato Premier, di quanto non potesse fare prima con tutti i suoi impegni di capo dell’Esecutivo ed è altresì sicuro del fatto che Berlusconi non sparirà dalla scena politica. “Ma neanche per sogno. Prima di vedere Berlusconi finito io avrò superato i 120 anni. Lui ha una forza pazzesca”.

La grande colpa di Berlusconi è stata premiare i suoi nemici, invece doveva prenderli a calci lì dove non batte il sole. Quello che manca è la gratitudine” continua Fede riferendosi a coloro che hanno “tradito” Berlusconi e il partito, in particolar modo a Gabriella Carlucci, passata all‘Udc.

Commenti