Elezioni in Sicilia, primi exit poll: M5S in testa a Palermo

Secondo gli exit poll non ufficiali diffusi da Palermoreport.it, a Palermo, il movimento di Beppe Grillo sarebbe oltre il 25 per cento.

di Elena Arrisico 29 ottobre 2012 10:51

Ieri, giornata di elezioni regionali in Sicilia, dove a vincere pare sia stato prima di tutto l’astensionismo: alla chiusura dei seggi alle 22:00 di ieri sera, infatti, è risultato che a votare è stato solo il 47,42 per cento degli aventi diritto, pari cioè a 2.203.885 elettori. Nel 2008, invece, l’affluenza fu del 66,68 per cento, ma si votò anche il lunedì; mentre nel 2001, anche se si votò soltanto la domenica come ieri, la percentuale di voto fu del 63,47 per cento degli aventi diritto.

Questa mattina, alle 8:00, sono iniziate le operazioni di scrutinio, con il quale verrà eletto come presidente della Regione il candidato che avrà ottenuto il maggior numero di preferenze, insieme a 89 deputati regionali. Secondo gli exit poll non ufficiali diffusi da Palermoreport.it, pare che a Palermo in testa ci sia il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo con oltre il 25 per cento dei voti: il candidato Giancarlo Cancelleri avrebbe, infatti, avuto il 27,46 per cento dei consensi; un risultato che, se confermato, andrebbe oltre ogni attesa. Il merito è, senza alcun dubbio, anche della campagna elettorale che ha visto Grillo impegnato in un tour de force per tutta la Sicilia, in seguito al suo famoso sbarco a nuoto in Trinacria.

Sempre a Palermo, PDL e PD sarebbero scesi al 10 per cento: Nello Musumeci – candidato del PDL – sarebbe al 23,25 per cento, mentre Rosario Crocetta arriverebbe al 21,4 per cento. Gianfranco Micciché (Grande Sud, Partito Dei Siciliani e Nuovo Polo) avrebbe ottenuto il 14,24 per cento dei voti, mentre Giovanna Marano – candidata SEL ed IDV – si troverebbe ferma al 9,76 per cento.

L’affluenza più alta è stata registrata nel comune di Maniace – in provincia di Catania – dove si è registrata un’affluenza del 77,76 per cento, mentre la più bassa è stata ad Acquaviva Platani – in provincia di Caltanissetta – con il 20,68 per cento. La provincia con la partecipazione più alta è stata, invece, Messina con il 51,32 per cento, mentre quella più bassa è stata registrata a Caltanissetta con il 41,34 per cento.

7 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti