Crisi governo: spread alle stelle, crolla Borsa di Milano

La bufera finanziaria che si sta abbattendo sull'Italia è gigantesca. La notizia che Berlusconi si dimetterà non basta a rasserenare i mercati. Rendimento Btp alle stelle, Mediaset a picco.

di Gianni Monaco 9 Novembre 2011 13:39

Nonostante le dimissioni di Silvio Berlusconi siano ormai imminenti (dovrebbe essere questione di giorni), i mercati finanziari sono in subbuglio. La situazione è drammatica. La nostra Borsa è in caduta libera e trascina anche le piazze europee principali. Intorno alle ore 12,00, l’indice Ftse Mib cede il 3,8%, l’Allshare il 3,6%. Eppure l’apertura non era stata negativa. Uno dei titoli che sta maggiormente pagando per l’incertezza politica ed economica è Mediaset. Il titolo perde il 10% ed è stato sospeso più volte. Gli operatori di Borsa ritengono che il mercato pubblicitario andrà male e tengono soprattutto in considerazione la disfatta politica di Berlusconi, che potrebbe avere forti ripercussioni sull’azienda. Ad andare male sono anche i titoli bancari, a causa del rendimento sempre crescente dei titoli di Stato italiani.

Lo spread tra i btp e i bund tedeschi oggi ha fatto segnare un clamoroso balzo in avanti. Stamattina ha toccato 575 punti, mentre ieri era intorno alla già elevatissima quota di 500. Il rendimento dei btp decennali è schizzato oltre il 7%. Cosa vuol dire? Che c’è sempre meno fiducia nell’Italia. Non solo: il rendimento dei titoli di Stato farà aumentare ancora più il già elevatissimo debito pubblico.

Commenti