Convention democratica al via tra pioggia, musica e politica (FOTO)

Star della prima serata della convention di Charlotte sarà la first lady Michelle Obama, chiamata a fornire un ritratto più privato del Presidente Obama.

di Simona Vitale 4 Settembre 2012 16:43

Ormai tutto è pronto per la grande convention democratica al via nella città di Charlotte, in preda ad una martellante pioggia da ore. Tra lo scroscio dell’acqua, la musica e statue di sabbia in onore del presidente in carica Barack Obama si apre ora la tre giorni di convention democratica nella Time Warner Arena. Star indiscussa della prima serata sarà la first lady Michelle Obama. La moglie di Obama, che ieri, con la scorta degli agenti del Secret Service, ha fatto un improvvisato sopralluogo sul palco, guida il nutrito gruppo di donne chiamate dallo staff del presidente in carica a cercare di portare a sé quella parte dell’elettorato femminile che sarà determinante per le elezioni del prossimo 6 novembre e che il partito repubblicano ha rischiato di perdere del tutto dopo le asserzioni del candidato al Senato USA Todd Akin.

Le altre due serate vedranno come protagonisti l’ex presidente USA Bill Clinton e, ovviamente, l’atteso Barack Obama che chiuderà la convention nell’enorme stadio dei Carolina Panthers, squadra di football della North Carolina. Quasi per ironia della sorte, il citato stadio si chiama Bank of America Stadium, e rappresenta il simbolo tanto odiato dai ragazzi di OccupyWallStreet che, giunti a Charlotte, per l’occasione si sono già riuniti per qualche protesta nelle strade del centro della città.

Non mancheranno altri personaggi che cercheranno di sostenere apertamente la rielezione di Obama. Da Joe Biden, il vicepresidente  a Julian Castro, il primo sindaco ‘latino’ della città di San Antonio. Da Eva Longoria, attrice famosa per essere una della ‘casalinghe disperate’ °(famoso telefilm made in USA), a Martin O’Malley, il 49enne governatore del Maryland e che è considerato la speranza del partito democratico per le elezioni del 2016.

Ovviamente, gli americani assisteranno in diretta tv alla convention, sebbene i grandi network televisivi limeranno decisamente gli orari soprattutto con riguardo a quelli che sono stati i risultati dell’audience rispetto alle convention degli anni scorsi.

Commenti