Obama “Questa sedia è occupata”

Il presidente degli Stati Uniti replica all'attore americano Clint Eastwood che ieri ha aperto la convention dei repubblicani

di Daniela Santoni 1 Settembre 2012 9:52

Un Obama pungente quello che replica a Clint Eastwood dalle pagine di Twitter. E lo fa postando la foto di una sedia, quella del Presidente, di spalle con lui seduto. Ed un messaggio eloquente più che mai: “Questa sedia è occupata”. Così l’uomo più potente del globo, in attesa della convention democratica in agenda la prossima settimana, risponde all’attore americano che ieri davanti alla platea di Huston ha usato parole dure contro il suo modo di condurre il Paese.

“Quando qualcuno non porta a termine il compito bisogna lasciarlo andare”. Un Clint Eastwood che non perdona quello che parla alla convention repubblicana denunciando gli insuccessi del presidente Barack Obama. L’attore ha poi proseguito a suo modo, fingendo di intervistare il numero uno d’America ma rivolgendosi ad una sedia vuota.Così Clint Eastwood ha lanciato il suo appello per Mitt Romney da Huston dove ha esordito ricordando l’elezione del 2008 “quando tutti piangevano, Oprah piangeva e anche io piangevo – ha ironizzato – per poi scoprire che ci sono 23 milioni di disoccupati in America e questa è una cosa su cui piangere, una disgrazia per la quale l’attuale governo non ha fatto abbastanza. E’ ora che arrivi qualcuno in grado di risolvere il problema” Secondo l’attore “l’America è degli americani e non dei politici. Loro sono nostri dipendenti. Sono i politici – ha aggiunto – a essere nostri ma se io dico che Obama è mio allora sono un razzista pro-schiavitù” ha ironizzato. Poi in conclusione: “Conservate qualche applauso per Romney, io ho cominciato, spetta ora a voi finire”.

E Romney si immerge nel pieno della sua campagna elettorale promettendo lavoro e tagli alle tasse sulle imprese, e “un futuro migliore“. Mentre Barack Obama “pensa a frenare il flusso degli oceani e a salvare il pianeta io ho un piano per creare 12 milioni di posti di lavoro. Io penso a voi e alle vostre famiglie”, ha detto Mitt Romney attaccando il rivale sul problema della disoccupazione. In abito scuro, con camicia bianca e cravatta rossa l’ex governatore del Massachusetts ha accettato la nomination “con umiltà e commozione per la fiducia”. Romney ha garantito indipendenza energetica entro il 2020 e assicurato che sarà tagliato il debito “per non finire come la Grecia”. Sulla politica estera parla di un “Obama che dialoga con l’Iran mentre le loro centrifughe continuano a girare”.

Commenti