Marijuana legalizzata in Colorado a fine ricreativo

L'approvazione dell'Emendamento 64 rappresenta una svolta storica per lo stato USA che porterà introiti variabili dai 5 ai 22 milioni di dollari.

di Simona Vitale 8 Novembre 2012 11:04

Martedì sera, l‘Emendamento 64 – la misura volta la legalizzazione della marijuana per uso ricreativo da parte di adulti – è stata approvata dagli elettori del Colorado, facendone dunque il primo Stato a porre fine alla proibizione della marijuana negli Stati Uniti. John Hickenlooper, Governatore del Colorado, ha reagito all’approvazione dell’emendamento, in una dichiarazione a tarda notte martedì:

Gli elettori hanno parlato e dobbiamo rispettare la loro volontà. Questo sarà un processo complicato, ma abbiamo intenzione di attraversarlo. Detto questo, la legge federale dice ancora che la marijuana è una droga illegale.

Il passaggio della misura nello Stato è senza precedenti storici e le conseguenze saranno probabilmente strettamente osservate in tutto il mondo. In un’intervista concessa al The Huffington Post, gli autori / ricercatori dietro il libro “Marijuana Legalization: What Everyone Needs To Know”  hanno sottolineato che la misura in Colorado è veramente innovativa, confrontandolo con la legalizzazione di Amsterdam, in Olanda:

Un errore comune è quello di credere che i Paesi Bassi hanno già legalizzato la cannabis. Ciò che è stato di fatto legalizzato è solo la vendita al dettaglio di 5 grammi o meno. La produzione e distribuzione all’ingrosso è ancora illegale, e tale divieto è applicato andando a spiegare perché il prezzo della sinsemilla nei “coffee shop” non è molto diverso rispetto al prezzo nei dispensari americani.

Dovrà trascorrere, però, almeno un anno affinché gli adulti al di sopra dei 21 anni possano comprare legalmente la marijuana in Colorado. Questo comporterà un introito per le casse dello Stato dai 5 a i 22 milioni di dollari. Anche il Massachusetts ha votato a favore della legalizzazione della marijuana, ma solo per coloro che la useranno a scopi terapeutici. Tuttavia, le parti dell’emendamento relativo al comportamento individuale, entreranno in vigore non appena il Governatore Hickenlooper certificherà i risultati del voto, cosa che è obbligato fare entro 30 giorni dalle elezioni.

Nella stessa notte in cui in Colorado è passato l’Emendamento 64, nello stato di Washington è invece passata un’iniziativa che regola le vendite e le imposte di piccole quantità di marijuana per gli adulti. Secondo l’emendamento 64, la marijuana è tassata e regolata similarmente ad alcol e tabacco. La grande incognita è quella di sapere se il governo federale permetterà ad un mercato regolamentato della marijuana di prendere forma. Il Procuratore generale Eric Holder, oppositore di iniziative riguardanti la legalizzazione della California nel 2010, dicendo che sarebbe da “far rispettare rigorosamente” il divieto federale di vendere marijuana, ha continuato a rimanere in silenzio sulla questione di quest’anno.

Commenti