Chiede all’amico di stuprare la moglie a pagamento: arrestato marito orco

Fa violentare la moglie da un amico solo per il gusto di vederla abusata da un altro uomo: Torsten W. e il suo complice sono stati arrestati dalla Polizia.

di Daniela Caruso 12 Marzo 2012 16:59

Un tedesco di 43 anni, residente a Grimma, in Germania avrebbe commissionato lo stupro della moglie, chiedendo all’amico di violentare la donna in cambio di una ricompensa in denaro. Un piano ignobile che l’uomo ha cercato di portare avanti anche con altre persone. Come riportato dal quotidiano tedesco Bild, l’uomo aveva già sottoposto la moglie a una serie di abusi e violenze: per la procura di Dresda, Torsten W., non ha emesso parola in merito ai numerosi reati a lui contestati, preferendo tacere nella prima seduta del processo a suo carico.

La donna non ha avuto vita facile con suo marito, il quale invece di amarla, ha saputo solamente trattarla come un oggetto per soddisfare le proprie manie di sadismo. I due si sarebbero recati in Bassa Sassonia: dopo essere entrati in un motel, la sventurata è stata dapprima picchiata, poi legata al letto e, infine, denudata dei suoi abiti. Per la donna si sono aperte le porte di un terribile incubo, proprio quando in stanza è entrato il complice del marito che ha accettato il compromesso economico per soddisfare la richiesta di Torsten. L’uomo entrato nella camera del motel ha iniziato a palpeggiare e baciare la donna bloccata a letto e poi l’ha violentata: intanto il marito guardava compiacente lo stupro della moglie.

A Torsten, però, non è bastato il singolo episodio per ritenersi davvero soddisfatto: l’uomo, infatti, avrebbe cercato di ingaggiare altri uomini che avrebbero dovuto abusare della donna, solo per assecondare i suoi oscuri desideri. Uno degli uomini contattati, però, non si è fatto corrompere da Torsten W., e ha prontamente denunciato la vicenda alla polizia. Al momento, Torsten e il suo amico complice sono stati arrestati. Per la donna l’incubo ora è davvero terminato, anche se avrà bisogno sicuramente di un’assistenza psicologica per poter affrontare le conseguenze della terribile violenza sessuale subita.

Commenti