Il sen. Castelli (Lega): “Sono povero, guadagno 145mila euro l’anno”

di Gianni Monaco 15 Settembre 2011 22:09

La casta politica colpisce ancora con dichiarazioni choc. Pochi giorni fa l’onorevole Massimo Paniz, del Pdl, diceva di guadagnare pochi euro al mese. Ora è la volta del senatore della Lega Nord Roberto Castelli. Anche la sua sembra una vera e propria provocazione. Nel corso di Piazzapulita, il programma di la7 condotto da Corrado Formigli, l’ex ministro dei trasporti si è dichiarato povero. Proprio così. “Io facevo l’ingegnere prima di entrare in politica e posso dire che guadagnavo bene. Ora invece sono povero, a dimostrazione che c’è chi fa questo lavoro per passione. Quanto guadagno? 145mila euro l’anno. Non ho seconde case, non ho ville, non ho la Ferrari. Sono povero, in senso marxiano, nel senso che non posso permettermi di vivere di rendita. Non sono un capitalista“.

Il pubblico in studio rumoreggia, scandalizzato per le affermazioni del leghista. I No Tav in collegamento dalla Val di Susa si girano dall’altra parte e danno le spalle ai telespettatori quando Castelli parla. Anche il conduttore è perplesso e cerca di spiegargli che con quella cifra non può proprio considerarsi povero. Interviene Matteo Renzi, Sindaco di Firenze. “Castelli, ti prego, non dire che sei povero. Io conosco gente disoccupata, cassintegrati, gente che ha problemi ad arrivare a fine mese. Ora, lasciando stare il senso marxiano o non marxiano delle tue affermazioni, ma certo non puoi dire che sei povero!”

Commenti